Cerchi l’amore

Come se una goccia d’acqua, chiedesse il mare…

Come se una pianta, chiedesse della terra…

Il fatto stesso di non ricordarsi della tua natura, del tuo essere, della tua costituzione non fisica, ti fa stare male…

Comprendi, a livello profondo, che esternamente a volte non senti, fai fatica…

Non senti quello che sei realmente, ovvero amore…

Chiedi amore?

Cerca dentro!

Chi cerca trova, e non è mai stato così facile da cercare… perché è dentro di te, barattolino di nutella 😉

Tu sei la nutella, tu sei quei cuori attivi, tu sei quella forza immateriale e potente che non si vede se non con il cuore!

Difficile da ricordare? Forse.

Abbracciati spesso.

Manda energia e amore nella forma più elevata che conosci alle tue cellule, ai tuoi muscoli, alle tua ossa, alla tua mente, ai tuoi organi, ai tuoi piedi, alle tue gambe, braccia, mani.

Ringraziali spesso.

Attraverso di loro puoi espletare il tuo compito in questo momento.

Vivere…

Ringrazia il tuo sorriso. Il tuo cuore. I tuoi occhi. Le tue lacrime.

Apprezzali come se fossero un bimbo da curare, un cucciolo di animale che necessita di latte, coccole e amore.

Tu sei quel cucciolo, tu sei quell’amore.

Ricordati.

Ricordati delle magie che puoi compiere allorquando SEI l’amore.

Tutto accade.

Facilmente.

E gioia e leggerezza diventano tuoi amici fedeli…

Questo è il tuo POTERE.

Ricordati del caso Amicizia. I Fratelli delle Stelle se ne sono dovuti andare proprio quando l’amore ha cominciato a scarseggiare tra i loro amici terrestri.

Perché L’AMORE È VITA, è ossigeno, non possiamo farne a meno… impossibile…

Fluisci, vivi l’amore, sentiti amore, TU SEI AMORE!!!!!

E sentendolo, vivendolo, mostrandolo anche e soprattutto dove manca, sani, guarisci, cresci e trasformi.

In una danza musicante cosmica con il tutto, che è in te, che si manifesta dentro e fuori, in ogni tempo, in ogni dimensione, in ogni realtà, in tutte le tue cellule, in tutto il tuo essere.

E abbondantemente, così come realmente sei, vivrai, nel tuo potere…

Sia la gioia la tua moneta

Il mondo sta cambiando. Noi stiamo cambiando.

Alleluya.

Consapevoli o meno, sentiamo che stiamo cambiando.

Siamo sempre di più ad essere consapevoli delle nostre vibrazioni, del fatto che non siamo solo carne e ossa, del fatto che il nostro cuore è molto di più che una semplice pompa di sangue e ossigeno.

Vibrazioni.

Che possono essere positive, e quindi viaggiamo alti con gli stati d’essere meravigliosi che tutti noi vorremmo vivere costantemente, oppure negative, e allora incappiamo in vecchi traumi o paure ed ansie future.

Se cominciamo a comprendere che queste stesse vibrazioni hanno davvero un peso specifico nella nostra vita attuale, nel qui ed ora, allora facciamo un ulteriore passo avanti nel co-creare la nostra realtà.

Senza che viviamo più come un ramoscello in mezzo ad un torrente che a volte diventa placido come un lago, altre volte una vera tormenta con tanto di cascata angosciosa verso la fine.

No.

Il ramoscello lo prendiamo noi con le nostre mani, e lo facciamo andare dove e come vogliamo noi, coscientemente e consapevolmente.

E allora, appunto, le vibrazioni, o la consapevolezza di queste, giocano un ruolo fondamentale.

Soprattutto quando cominciamo a capire che la gioia, la gioia tipo quella di un bambino che sorride che non riesce a trattenersi di urlare, di fare piroette, di emanare amore incredibile per una foglia, un sasso appena raccolto, delle formiche che camminano in fila… ebbene quella gioia è la vera medicina, la vera benzina della nostra vita, la vera moneta con il quale nel futuro pagheremo le nostre transazioni.

Fantascienza? Poesia? Cazzate?

Forse.

Ma intanto, diciamo alle nostre menti, che … per adesso decidiamo di farci un giro, con queste cazzate, che ci vogliamo provare per un po’ almeno, che ci piacerebbe sperimentare a sentire la gioia del nostro bambino interiore… e magari anche più di una volta sola…

E allora, fanculo alla mente, e via alla pazza gioia!

Via a quelle corse pazze!

Via alle altalene che mi portavano in alto nel cielo!

Semaforo verde per dei grandi gelatoni spappolati in faccia e sui vestiti!

Super speed per giochi con la palla in compagnia in terreni sabbiosi e sporchi!

E che dire delle corse a perdifiato per liberarci dalla tana del nascondino!?

O pop-corn in compagnia, a me salati però!!

Le patatine fritte della mamma! Una padella tutta per me!

O rotolarsi dalla collina verso terra!

Insomma, ricordiamoci cosa ci piaceva fare da bambini, quando ancora eravamo connessi alla fonte anche senza troppe seghe mentali mature, e via alla fantasia e all’apertura del cuore alla gioia…….

….

E che la gioia sgorghi in noi infinitamente… portiamo nel qui ed ora in noi la possibilità di aumentare il nostro borsellino di gioia e, chissà che no, anche di tanta altra abbondanza!

Celebriamo gli Angeli!

Il 29 settembre si festeggiano gli arcangeli

SAN MICHELE
SAN GABRIELE
SAN RAFFAELE

mentre oggi, 2 ottobre, si festeggiano tutti i 9 cori angelici

SERAFINI
CHERUBINI
DOMINAZIONI
TRONI
VIRTU
POTENZE
PRINCIPATI
ARCANGELI
ANGELI

Tutti noi siamo custoditi da loro.

Loro, che sono al cospetto di Dio, del nostro Creatore, e come tali lo lodano in continuazione!

Loro, che sempre ci sono vicini.

Sempre, in ogni momento, dal momento che nasciamo.

E sempre di più ce ne rendiamo conto.

Quanti, infatti, di noi si rende conto della loro presenza?

Quanti, si volgono a guardare l’orologio e vedono le sequenze numeriche doppie?

11:11
14:14
22:22

e così via?

Da quello che vedo con la consultazione del mio articolo sui numeri angelici, direi tanti 🙂

E neanche a farlo apposta, mentre mi accingevo a scrivere questo post ho visto 11:11, 11:14 e 11:44. Insomma…. super presenti!!!

E con questa semplice e chiara manifestazione (ovvero la visione dei numeri angelici) loro ci ricordano che TUTTO VA BENE, che stiamo andando ALLA GRANDE… e che loro ci sono SEMPRE VICINI!

Preghiamo quindi loro oggi e sempre. E non sottovalutiamo la potenza di una semplice preghiera, soprattutto se recitata col cuore.

Quella che riporto di seguito è una semplice e veloce preghiera per tutti loro e per il nostro massimo bene. Recitarla al mattino o prima di coricarsi porterà solo il meglio per tutti noi.

Ricordandoci che loro intervengono se glielo chiediamo.

L’immagine del post che riporto, invece, è il bellissimo mosaico del battistero di Firenze che mostra appunto i 9 cori angelici in tutta la loro magnificenza. Li vedi nell’ottagono centrale. Magnifico. Emana un’energia angelica fortissima…. da contemplare e inglobare nella nostra energia.

Buona festa degli Angeli, a noi tutti.

Che possano manifestarsi nella nostra vita, portando il loro amore, la loro presenza, e tutti i meravigliosi doni che possono elargire per infondere nella nostra realtà l’amore di cui siamo fatti.