Autenticità & Luna Piena

Non sono un’astrologa, ce ne sono tante in giro e molto brave.

Per mesi, forse un paio di anni addirittura, ho cercato di tenere il ritmo leggendo tutto quello che Cammina nel Sole proponeva, un bel pò di roba in effetti… e nei momenti di lunazione, arrivava il casino perchè arrivavano 5, 6 o 7 email sullo stesso soggetto, e la crisi veniva quando leggevi cose completamente diverse. Fino a quando tra le tante, ho trovato la persona che risuonava di più a me – Astrosapienza – piccolo spazio pubblicità, come dice Vasco.

Ecco, lei mi manda spesso in crisi. Non sempre. E direi che mandarmi in crisi è, o almeno dovrebbe essere, il suo obiettivo. In una giornata di sole, dove tutto va bene, decidi di leggere cosa ha da dire. Su questa ultima luna piena del 2019 che accade il 12/12 (qualcuno dice alle 12.12, chissà..). Se sei anche tu appassionato di numerologia, vedi già che 12/12 ha un peso da 90, eh! Poi luna piena. . .  e vediamo . . .

Parole chiave (che a me hanno colpito dallo scritto di Astrosapienza): autenticità, compromessi per ottenere amore, sicurezza, sopravvivenza, verità, libertà, chiusura interiore, nemico interiore, angoscia dell’anima, amore dell’ego….

Quanto sono vera? Autentica? Oggi piuttosto che girarmi dall’altra parte e chiudere un orecchio, un occhio, e parte del cuore, come facevo di solito, ho alzato la voce. Rischiando l’allontanamento, il rifiuto, mia vecchia conoscenza. Conseguenze? Bho, ma almeno sono stata autentica, ho detto il mio, e se va bene, all welcome.

Compromessi per ottenere amore in passato ne ho messi in pratica anche fin troppi.

La sicurezza e la sopravvivenza li associo al lavoro, che però, sto cercando di cambiare (anzi cambierà!!!)

Chiusura interiore… se non mi apro qui o dalla psicologa, c’è poco da aprirsi. Una cozza in fondo al mare. Scelta mia, attenzione, non mi sto piangendo addosso.

Nemico interiore… mmmh diciamo che ogni tanto nelle meditazioni mi escono dei mostriciattoli, delle incazzature, si angoscie si potrebbe dire… esistono, si fanno vedere, si palesano.

Amore dell’ego. Sono single da 6 anni, ogni tanto mi esce il bisogno di amore, è ego? O, come si legge, e sento, l’amore è prima per me, da me e dall’Universo (Dio)?

Ecco, ieri la mia mente turbinosa mi ha messo davanti tutti questi pensieri alla velocità di un ghepardo affamato che punta la sua gazzella. E la gazzella, ero ancora io . .

Ecco, caro ghepardo-mente. Facciamo come la foto che ho trovato su google. Facciamo amicizia, non rincorrermi più. So che sei restio, proprio come la foto, so che non sei abituato, che non è nella tua natura. Ma davvero ascoltami, la vita migliora per entrambi se non continui a rincorrere la mia gazzella… Diventiamo amici …

Succede anche a te qualcosa del genere?

Io non chiedo mai a te che leggi, la tua opinione, ma sappi che mi fa estremamente piacere leggere i tuoi commenti, e ricevere email, in caso di voglia di privacy . . in ogni caso dal profondo del cuore, GRAZIE. . .

 

 

 

 

Ho “creato” la mia casa ideale

Potere della mente.

Cio’ che pensi si realizza.

Legge dell’attrazione.

Alzi la mano chi non ha mai sentito dire queste parole.

Ed ora, alzi la mano chi puo’ dire di averle messe in pratica.

Cambia, eh.

Due anni fa ho fatto un corso, loro lo chiamavano di “psicodinamica”, ma il nome puo’ essere fuorviante. In poche parole, ti facevano andare in stato alfa, ti facevano fare esercizi per incontrare la tua mente inconscia, visualizzare la sua parte maschile e femminile, e ti facevano comprendere la sua potenzialita’ nel riconoscere, vedere, scoprire, viaggiare attraverso il potenziale che e’ in noi, nel nostro inconscio, appunto, che si puo’ raggiungere in stato alfa (quello della meditazione profonda, o del sonno profondo).

Fighissimo. Ti facevano fare esercizi per “entrare” in una pianta o frutto, animale, minerale. E attraverso i 5 sensi si poteva captare odori, sapori, freddo, caldo . . Viaggi nel tempo, andando a selezionare una data del calendario. Incontri con la parte subconscia (quindi quella piu’ importante) di altre persone, magari che non vediamo piu’. Tutto fatto a fin di bene, non c’e’ neanche bisogno di dirlo, eh.

La cosa importante era il lavoro su di se’ (manco-a -dirlo 2.0), incontrare questa parte inconscia, nelle due figure, maschile e femminile. Chi sei te, a livello inconscio? E li’ ti poteva arrivare chiunque… da personaggi storici (Napoleone, Mandela, Gesu’ . . ) a personaggi di altri pianeti, o inventati, cartoni animati, etc. Insomma, quello sei tu, a livello inconscio. Bello o brutto che sia, che ti piaccia o no . . . that’s you, baby!

E quelle parti inconsce, sono li’ in attesa di COLLABORARE con te, per te. Per portare a frutto quello che desideri.

Semplice e chiaro, no?

Oggi pensavo… ma io, oltre alla mia casa (ed ora ci arrivo), cosa ho ottenuto lavorando con loro (i miei Me inconsci)?

E ricordandomi COME sono riuscita ad arrivare a “creare” la mia casa ideale, mi sono ricordata di COSA fare per creare il prossimo, grande obiettivo. Lavoro e amore. O forse, prima lavoro, e poi amore. O bho, decida l’Altissimo (gia’ qui, chiarezza portami via… eheheh – scritto nella rilettura :)) . . .

Cosa e’ mancato fino ad ora? La chiarezza. Perche’, tornando all’esempio della ricerca della casa, in quello, ero estremamente chiara. Ho fatto una lista di 25/26 caratteristiche che volevo avere: balcone, dal secondo piano, sotto questa cifra, doppia esposizione, lavastoviglie, accettano i gatti, vicini e padroni carini, etc. etc. Con molti particolari. E ogni giorno, parlavo con i “miei” e gli ricordavo delle caratteristiche che volevo. Inoltre, mi sentivo gia’ di aver trovato la casa. Immaginavo la prima volta che entravo e subito realizzavo “ahhhh … si’ e’ questa!!!”.

Ogni giorno, per circa 3 mesi. Ho cominciato a cercare casa a febbraio. A marzo ero gia’ spazientita. Gli tiravo le orecchie a quei due, mi stavo scocciando di girare la citta’ guardando robe inguardabili, per giunta. Aprile. Mano mano che passava il tempo, le case si facevano piu’ carine, sentivo che stava arrivando, ma non era ancora “lei”. Dopo aver svangato tutti i siti di affitti, vado ad un’agenzia. La ragazza sorride alla mia lista, ma dice “forse ho quello che cerchi”. Andiamo a vederla subito, si’, molto carina, unico particolare, fuori budget. Lei comincia a pressarmi, io comincio a stressarmi. Dopo 3 giorni riguardo gli annunci, e trovo “magicamente” una casa simile a quella che mi ha mostrato l’agenzia. Di fianco alla casa che mi hanno mostrato! Chiamo subito, budget c’e’, la vado a vedere. E’ LEI!!! E aveva tipo 22 caratteristiche su 25, o una cosa del genere, insomma… le ho tutte!

E la casa, ogni giorno, io la guardo meravigliata, perche’ se possibile e’ ancora piu’ bella di quello che desideravo. Avevo chiesto doppia esposizione? E’ tripla. Avevo chiesto tranquilla e soleggiata? Ogni giorno mi sveglio con i cinguettii e i fruscii degli alberi, e sono a 20min dal centro. Insomma, quando siamo chiari e precisi, l’universo ci va giu’ pesante, come davvero tutti raccontano.

Ora avanti il prossimo. Ovvio, ci vuole serenita’ d’animo per connettersi ben bene con il nostro subconscio. E diciamo che ultimamente la serenita’ s’e’ persa per strada, ma ora la riporto in me. . . e via avanti con la prossima lista. Dettagliata, punto in alto, so cosa voglio, e lo otterro’. E so anche come mi sento quando lo otterro’. Soddisfatta, appagata, felice, sorridente. Yes, that’s me, in the very near future . .  sto arrivando, arrivooooo 🙂

 

Comprendere la Parola di Dio

Manco a farlo apposta . .

Due giorni fa ho scritto della Bibbia, di quanto sia importante leggerla, di come possa presentarci lo stesso passo, in caso non lo avessimo capito…

Dio è grande . . e mi prende sempre di sorpresa!

Ecco, manco a dirlo, nel giro di pochi giorni apro lo stesso identico passo. No, non ci sono linguette, o segnalibri, o che ne so io in quella pagina. E ricordiamoci che la Bibba è composta da oltre 1300 pagine, 73 libri, 31.102 versetti. E ribecco lo stesso?

No aspetta . .  qui c’è qualcosa che non ho capito . .

Una pagina tra l’altro incomprensibile, non ci ho capito una mazza la prima volta, la seconda, giusto ieri sera, l’ho riletta con maggiore attenzione, ma brancolavo nel buio.

Per la cronaca, il passaggio è Giudici 9, 1-21.

Lunghissimo. Tesissimo. Riporta la storia di un certo Abimelec che ha fatto fuori 70 fratellastri per farsi re. Uno solo dei fratellastri è sopravvissuto e non gliele ha mandate a dire. Dopo qualche anno, Abimelec finisce male. 3 pagine di Bibbia, più o meno si potrebbero riassumere così.

Ho cercato il significato, la spiegazione di qualche anima pia, su internet. E’ tosta… ed è super puntuale rispetto a quello che mi sta avvenendo. Manco a dirlo.

  1. Dio c’è e vede tutto, anche se non si fa vedere o sentire, e soprattutto vede il male. E non fa attendere la sua punizione . . .
  2. La ricerca del potere porta al male. E qui la spiegazione trovata, azzeccatissima, non è solo verso chi tende al potere (non è infatti il mio caso), ma anche a come “subiamo” il potere che può creare dipendenze.
  3. Dio è l’unica vera liberazione.
  4. Con una fantastica parabola, parla di come tendere a donare il proprio talento, da Dio ricevuto, a servizio degli altri, scordandosi della rincorsa al potere.

Ed io, in effetti, negli ultimi tempi, ho “subito” questo potere da parte di un gruppo che mi ha portato ad allontanarmi dalla mia famiglia, e verso il quale ho vissuto in totale dipendenza. Come si può capire non è né una cosa facile, né bella da gestire, anche perché si parla di tante cose, uscite stile vaso di Pandora, nel giro di qualche settimana. Gruppo ovviamente lasciato, non senza difficoltà. Già nelle passate settimane avevo avuto conferme su quanto la mia decisione fosse stata giusta, ma ora ne ho la certezza. Dio è grande!!!

Sempre ultimamente, sto cercando di identificare i miei “talenti” (ricordate la famosa parabola di Gesù dei talenti?) per portarli a “frutto”, ovvero per aiutare gli altri, no?

Piano piano ci arrivo . . sicuro al potere non ci penso!

Belle le coincidenze, quando scivolano davanti ai tuoi occhi con una fluidità leggiadra… Ma non smetto di sorprendermi ogni volta!