Il Reiki – Primo Livello

Quindi, cambiamo vita, cambiamo paese, cambiamo lavoro e stile di vita (vedi l’articolo precedente) … Non finisce qui. Scopriamo il REIKI. Il mio moroso, purtroppo, ha sofferto soprattutto nell’ultimo anno di attacchi di panico e di ansia, soprattutto per via del cambiamento che stava prendendo forma e specialmente quando ci trovavamo incapaci nel decidere sul prendere il volo per il Brasile… lui si impanicava da paura… era forse un ulteriore segno che non se doveva fà sto viaggio!!

Periodo di forte cambiamento, lui che non stava bene… le mie sorelle che erano dentro “il giro” di reiki da 2 anni ormai…. E visto che mi raccontavano mari e monti e di quanto potesse solo fargli bene, decidiamo assieme, molto più facilmente che per il Brasile (!), di fare il primo livello di Reiki. Io lo faccio, mi dico, per farlo assieme a lui… per non lasciarlo da solo, via…

E niente… questi 2 giorni ci aprono le porte a questo sconosciuto… il Reiki… oggi lo pratico ogni santo giorno, anche più volte al giorno, e sono felicissima di questa decisione! Ringrazio il Signore così tanto per questo!!

Il corso fatto dal mio maestro Mimmo è fatto veramente bene. Poi dire maestro… quando me ne parlavano le mie sorelle mi immaginavo uno in tuta da sciamano, capellone e barbone… sguardo da ubriacone, bho non so perchè! Invece il Mimmo è un normalissimo 50enne, padre di 2 figli, ha un lavoro normale e nel weekend e durante le sere fa sessioni di reiki nonchè vari corsi…

Dicevo del corso. Fatto bene, anzi benissimo. A proposito, leggo su internet di “istituti”/”associazioni” che ti danno il reiki come se ti azionassero un bottone, in qualche ora tipo dalle 14 alle 16… Bah…. Diffidare da questa gente….

Il nostro corso invece ripeto è organizzato bene: innanzitutto eravamo 4 persone a farlo, più Mimmo e un’assistente, Giovanna, persona dolcissima! Alle spiegazioni teoriche, sul cos’è, come si pratica, dove, quando, quanto, eccetera, seguivano delle attivazioni, dopo di chè potevamo cominciare a praticare sul serio facendo degli scambi tra di noi.

E all’inizio mica senti niente! Quindi sembrava fare nulla, sembrava un gioco…. Però ci sentivamo bene, eravamo tra belle persone, a passare due giornate parlando di noi stessi, dei nostri sogni, desideri e problemi… E di come il reiki poteva aiutarci… C’erano delle carte da scegliere, e delle pietre, messe in circolo … davano messaggi bellissimi ad ognuno di noi, e Mimmo ci aiutava a comprenderli…

Proprio una bella esperienza!

La sera, alla fine del primo giorno, prima di dormire ci siamo fatti il nostro primo scambio. All’apertura dell’aura… wow! Che energia ho sentito! Come un forte magnetismo correva sotto le mie mani a passare sopra la “cornice” del corpo di lui. Poi dopo nanna, che l’indomani, domenica mattina, ci aspettava un’altra lunga giornata.

Passò molto bene, ancora conversando, facendo iniziazioni (noi a occhi chiusi, uno ad uno, venivamo letteralmente iniziati Mimmo, non succede niente di fisico, solo che attiva qualcosa in noi per avere il Reiki – cose da maestri!) e praticando.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...