Vivi la vita come un’opera d’arte

Non so di chi sia questa frase, se l’abbia detto un filosofo o un cantante celebre… io l’ho sentita dire da un professore di filosofia che insegna il corso di pulizia dell’aura che sto frequentando (maggiori informazioni qui http://www.emeis.eu/).

Ha risuonato oggi più che mai quando ho deciso di meditare sulla mia infanzia, di quando ero bambina… perchè? Perchè ho letto, probabilmente un concetto banale ma oggi ha dato il suo effetto forse sperato, che in ognuno di noi il bambino che eravamo c’è, è rimasto. Con la sua ingenuità, gioia di vita, allegria, serenità e pace, e con la sua semplicità. Con l’andare degli anni, questo bambino, e quindi la gioia, viene rinchiuso dentro delle gabbiette, dei limiti, che ci poniamo noi, ci pongono i nostri genitori, la società, la scuola, gli amici, e la tv, etc. etc.. e la mente. La razionalizzazione di tutto per forza, sempre. Invece l’istinto, l’intuizione, l’abbiamo lasciata dietro i giochi felici d’infanzia.

giocoHo quindi deciso di meditare di quando ero bambina. E il momento più gioioso per me è stato quello di quando giocavo all’asilo facendo roteare delle grosse gomme da camion! In verticale, correndo, in mezzo ai prati, che allora sembravano giganteschi dell’asilo.. C’erano i pneumatici da macchina normale e poi quelli da camion, e si facevano le corse facendoli andare avanti con le mani, che gioia, che felicità..

E voi? Riuscite a ricordarvi del momento di gioia più alto che avete avuto durante la vostra infanzia? Vorreste condividerlo qui con me? Mi farebbe piacere leggere le vostre risposte…

Tornando al “Vivi la vita come un’opera d’arte”, ci ricolleghiamo al bambino che c’è in ognuno di noi quando desideriamo la felicità, desideriamo la serenità, e lo possiamo fare giocando come un bambino, ovvero lavorando, facendo la cosa che stiamo facendo, senza sforzo alcuno, con semplicità. In questo corso di pulizia dell’aura ci insegnano questo. A vivere la vita come quando giocavamo da bambini.. tutto sarebbe così facile…

6 thoughts on “Vivi la vita come un’opera d’arte

  1. […] delle cose che ti hanno dato la gioia come fossi un bambino (Vivi la vita come un’opera d’arte). Falli tuoi, nella tua vita adesso. Trova un modo per divertirti con tutto quello che fai. Lascia […]

  2. Claudio Torchio ha detto:

    Non è per nulla semplice, per quanto cerchi in tutti i modi di ritrovare un po’ di spensieratezza ci sono continue interruzioni dall’esterno che mi scavalcano ed opprimono. Nei miei momenti tranquilli cerco di leggere ma nemmeno quello riesco molto a fare.
    Ricordi particolari di quand’ero bambino non ne trovo, se non la diffusa sensazione di quella lievità dovuta alla mancanza di responsabilità. Ricordo con molto piacere quando, da ragazzo, facevo immersioni in apnea al mare, la sensazione che si prova a stare sott’acqua secondo me è unica. Per il resto ho solo ricordi sbiaditi e confusi, in questo momento. Ma del resto fatico a ricordare alla sera cosa ho mangiato a pranzo 😀 pur essendo, comunque, restato abbastanza bambino per molti aspetti 😉
    Interessante il corso di pulizia dell’aura?

    • acquario2012 ha detto:

      Deve essere stupenda la sensazione che si prova facendo immersioni in apnea.. c’è una meditazione che riguarda questa attività, che aiuta ad andare in fondo in fondo in fondo… mi spiace che non riesci a trovare un pò di tempo per te, il periodo non te lo consente, non è il momento quindi? Il corso di pulizia dell’aura è moolto interessante, lo consiglierei a chiunque abbia una minima curiosità. Pensa che ci sono un centinaio di persone alla volta, e queste persone girano molte città italiane a fare lo stesso corso.. se hai maggiori curiosità, chiedimi pure 🙂 Buon weekend Claudio!

      • Claudio Torchio ha detto:

        Ciao, un po’ tardi ma eccomi!
        Si: è molto bella la sensazione di stare sott’acqua, è uno dei miei ricordi di libertà. Peccato che, come la libertà vera, non sia facilmente raggiungibile se vivi a Milano…
        Fatico molto a trovare tempo per me, di fatto. Già prima con la mia situazione familiare avevo difficoltà ed ora ne ho di più ma va bene così. Quel che posso me lo concedo!
        Io ho avuto a che fare con l’aura durante i trattamenti Reiki, facendo l’accarezzamento prima e dopo i trattamenti ed avendo modo di “sentire” alcune cose.
        Non dubito che il corso sia interessante, sapessi quante cose interessanti trovo ogni giorno che mi piacerebbe studiare! Ne ho abbastanza per qualche vita, ma troppe per una vita sola! 😉
        Ma va bene così 🙂
        Buona settimana!
        Claudio

      • acquario2012 ha detto:

        Chissà quante ne farai allora, e in questa vita!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...