Chiedere nel modo giusto

IMG_4221Stanotte il mio gatto mi ha svegliata con i suoi conati di vomito. Ed è da 2 mesi che andiamo avanti così. Io che lo porto dal veterinario, ci lascio i miei cash, loro che annaspano e non capiscono, torniamo ci prendiamo le nostre medicinine, fino a quando ricapita, di nuovo.

Ero, fino a 5min fa, in uno stato di incazzamento / incomprensione di quello che sta succedendo, oltre al fatto che mi sentivo inadatta a fare qualcosa, qualsiasi cosa buona per il mio gatto! E chi ha degli animali, mi può capire, non è SOLO un gatto, è molto di più.

Ma la questione per cui scrivo, non è questa.

Ho scritto che da un po’ ho cominciato un periodo di disintossicazione. Bhè, più che un periodo, l’ho preso come abitudine.

Un’altra cosa degna di nota è che sabato scorso ho partecipato per la prima volta ad un rito sciamanico, un rito di purificazione… e come ci si purifica in questi casi? Con il vomito. Si espellono le tossine negative che si hanno in corpo attraverso il vomito.

Io mi scervellavo… ed ho chiesto alla Deva con il quale ho lavorato, di farmi capire… e mi è arrivata l’illuminazione: il mio gatto sta attraversando anche lui un periodo di disintossicazione. O almeno spero. Perché il veterinario davvero non sa che pesci pigliare… e mi ha chiesto se c’è stato qualche cambiamento da un paio di mesi a questa parte.. e insomma, questo è l’unico grande cambiamento! Ed io mi sento davvero in simbiosi coi miei gatti, tantissimo, e penso che questo ci possa stare come spiegazione…

Siete d’accordo? Cosa ne pensate? Qualcuno mi può dare il suo punto di vista?