Scoprendo gli Angeli..

Sto descrivendo la mia esperienza personale che ha tracciato la mia vita negli ultimi 2 anni. Un cambiamento, mi accorgo ora, tracciato appunto, guidato quasi… Da un trasferimento da un paese ad un altro, al cambiamento di lavoro, all’incontro del mondo del Reiki, all’avvicinamente del mondo degli Angeli

Ho cominciato con il Reiki, come descrivo negli articoli precedenti. Nel tempo poi, facendo reiki, credo, mi sono avvicinata ad un mondo nuovo, quello spirituale.

Ho passato un periodo difficile, quello della ricerca di un lavoro, per questo credo ho messo così tante informazioni online su questo blog (vedi la sezione Curriculum Vitae e Colloquio Lavoro… tutta farina del mio sacco J), per aiutare chi dovesse essere in difficoltà… perché adesso in questo periodo non basta nemmeno più avere le qualifiche e l’esperienza giusta, siamo in crisi… che palle, vabbè allora bisogna tirarsi su le maniche e avere tanta fiducia in sé.

E insomma, io dopo 1 mese di ricerca la fiducia l’avevo ai tacchi se non più bassa, e mi sono avvicinata al mondo degli Angeli… non ricordo come, credo che una delle mie sorelle, oppure agli scambi di Reiki, mi abbiano passato un libro sugli Angeli che tra l’altro non ricordo nemmeno né il nome né l’autrice, ma tantè, è bastato per incuriosirmi al punto da lasciarmi un segno e da lì ho cominciato un cammino con gli Angeli…. 🙂

Scambi di Reiki

Da quando ho preso il primo livello di Reiki, confesso non ho fatto grandi cose… ogni 2 settimane, se riesco, vado a fare gli scambi di reiki col gruppo del mio maestro Mimmo. Tante belle persone, tante ma tante tante…. Ogni tanto succede qualcosa di strano che ancora noi non capiamo. In genere, si fa scambio a 2 (suona molto… strano per i maliziosi, ma non c’è niente di strano appunto!). Io ricevo reiki, per 1 ora, ci abbracciamo forte forte in segno di ringraziamento, e dopo io do reiki alla stessa persona. E’ bello… e credo mi abbia dato il là per pensare a fare del bene agli altri….

Perché alla fine fare reiki è fare qualcosa per il prossimo. Per colui/colei che si sta sdraiando per farsi fare un trattamento. O almeno credo :P.

Ogni tanto agli scambi di reiki si fa qualcosa di strano, dicevo. Ci mettiamo in circolo, e Mimmo ci “pulisce”.. e tutti facciamo reiki verso la persona che lui pulisce a turno… bello anche questo… Questo pulire comporta un po’ di , ehm, rumori di stomaco (ma dalla bocca!)…

E’ un po’ come, molto più esagerato però, come il film Il Miglio Verde…. Bellissimo film, no? Quanto ho pianto…… Ricordate il muccone nero (perché di grande mucca, ergo essere pacifico!) si trattava! Ricordate lui che faceva?

Ritirava il male da Tom Hanks e lo rilasciava… perché non può tenerselo lui il male, sennò…

Qui di seguito riporto proprio la parte di cui sto parlando… http://www.youtube.com/watch?v=izzCGvGAAGA&feature=related

E mentre il film faceva vedere mi pare che gli usciva dalla bocca delle mosche o moscerini, nella realtà escono dei suoni, ops! Ruttini! Niente di tragico, per chi è abituato a vivere con uomini! Ahahah!

E John cosa dice alla fine a Tom Hanks che gli chiede cosa avesse fatto? Semplice….. “Ti ho aiutato, capo”….. Che bello……. ed in effetti con il reiki si vuole aiutare, aiutarsi in primo luogo, rimuovere i problemi, i blocchi, le negatività… E non si può fare solo alle persone! Si può benissimo fare agli animali (la mia cagnolina si fa trattare che è una meraviglia!), alle cose come divani, letti, oggetti (anzi, bisognerebbe farlo!), stanze, case… a tutto insomma!

C’è anche un altro film che secondo me parla, direttamente o indirettamente, del reiki…. E’ My Life (Questa Mia Vita), con Nicole Kidman e Michael Keaton, vecchino è del 1993. Non riesco a trovarlo in italiano su Youtube (questo è il trailer in inglese http://www.youtube.com/watch?v=L8dAe3u0vWg ). Praticamente lui ha un tumore, e si fa, molto scetticamente, trattare da un “fantomatico” dottore cinese…. Che gli fa dei trattamenti sul corpo, in particolare sulla parte trattata. Non lo guarisce, però lo cambia…. A parte il film, dove ho pianto come un rubinetto (anche qua??? Sì e in tanti altri!) ho sentito di storie di gente che con dei mali brutti è migliorata… ma visto che non ne so niente, meglio non andare oltre, su ste cose bastano i film!

Il Reiki – Primo Livello

Quindi, cambiamo vita, cambiamo paese, cambiamo lavoro e stile di vita (vedi l’articolo precedente) … Non finisce qui. Scopriamo il REIKI. Il mio moroso, purtroppo, ha sofferto soprattutto nell’ultimo anno di attacchi di panico e di ansia, soprattutto per via del cambiamento che stava prendendo forma e specialmente quando ci trovavamo incapaci nel decidere sul prendere il volo per il Brasile… lui si impanicava da paura… era forse un ulteriore segno che non se doveva fà sto viaggio!!

Periodo di forte cambiamento, lui che non stava bene… le mie sorelle che erano dentro “il giro” di reiki da 2 anni ormai…. E visto che mi raccontavano mari e monti e di quanto potesse solo fargli bene, decidiamo assieme, molto più facilmente che per il Brasile (!), di fare il primo livello di Reiki. Io lo faccio, mi dico, per farlo assieme a lui… per non lasciarlo da solo, via…

E niente… questi 2 giorni ci aprono le porte a questo sconosciuto… il Reiki… oggi lo pratico ogni santo giorno, anche più volte al giorno, e sono felicissima di questa decisione! Ringrazio il Signore così tanto per questo!!

Il corso fatto dal mio maestro Mimmo è fatto veramente bene. Poi dire maestro… quando me ne parlavano le mie sorelle mi immaginavo uno in tuta da sciamano, capellone e barbone… sguardo da ubriacone, bho non so perchè! Invece il Mimmo è un normalissimo 50enne, padre di 2 figli, ha un lavoro normale e nel weekend e durante le sere fa sessioni di reiki nonchè vari corsi…

Dicevo del corso. Fatto bene, anzi benissimo. A proposito, leggo su internet di “istituti”/”associazioni” che ti danno il reiki come se ti azionassero un bottone, in qualche ora tipo dalle 14 alle 16… Bah…. Diffidare da questa gente….

Il nostro corso invece ripeto è organizzato bene: innanzitutto eravamo 4 persone a farlo, più Mimmo e un’assistente, Giovanna, persona dolcissima! Alle spiegazioni teoriche, sul cos’è, come si pratica, dove, quando, quanto, eccetera, seguivano delle attivazioni, dopo di chè potevamo cominciare a praticare sul serio facendo degli scambi tra di noi.

E all’inizio mica senti niente! Quindi sembrava fare nulla, sembrava un gioco…. Però ci sentivamo bene, eravamo tra belle persone, a passare due giornate parlando di noi stessi, dei nostri sogni, desideri e problemi… E di come il reiki poteva aiutarci… C’erano delle carte da scegliere, e delle pietre, messe in circolo … davano messaggi bellissimi ad ognuno di noi, e Mimmo ci aiutava a comprenderli…

Proprio una bella esperienza!

La sera, alla fine del primo giorno, prima di dormire ci siamo fatti il nostro primo scambio. All’apertura dell’aura… wow! Che energia ho sentito! Come un forte magnetismo correva sotto le mie mani a passare sopra la “cornice” del corpo di lui. Poi dopo nanna, che l’indomani, domenica mattina, ci aspettava un’altra lunga giornata.

Passò molto bene, ancora conversando, facendo iniziazioni (noi a occhi chiusi, uno ad uno, venivamo letteralmente iniziati Mimmo, non succede niente di fisico, solo che attiva qualcosa in noi per avere il Reiki – cose da maestri!) e praticando.