Gli specchi aiutano!

Ho una collega “tipica” …. lamentona, negativa, che mi ha aiutato molto a lavorare su queste caratteristiche che di fondo stavano in me … col tempo ho imparato ad apprezzarla anche così, tanto non cambia, non sicuramente se glielo dico io.

Ma ieri, da lei, ho ricevuto un aiuto bomba.

Lei ha una passione, la barca a vela. Per me è chiaro da anni ormai che lei potrebbe lasciare il lavoro d’ufficio per dedicarsi solo a questa sua passione meravigliosa, ogni volta che ne parla le si illuminano gli occhi, lo dice lei stessa che quando è li I problemi si cancellano, I pensieri si fermano, la pace dei sensi è totale … Però, riesce solo a stare nella sua comfort zone (e chi non lo sa fare???!!!), percui il lavoro sicuro e ben pagato non lo molla neanche se la lapidano, e se le proponi di cambiare vita ti trova cento milioni di problemi al secondo.

Ieri le arriva un chiaro messaggio dalla sua anima: va al bar e sugli schermi della tv vede una barca a vela! Cosa fa? Impreca sulla tv che le ricorda della sua passione! mentre lei poverina è “obbligata” a stare al chiuso, in un ufficio con aria condizionata, a guardare 2 schermi e delle cifre che ti suonano dentro come un cigolio arruginito, insomma mica una festa. Mica che potrebbe invece passare il suo tempo sulla sua amata barca, nooooo … si devono pagare le bollette, si deve fare questo, quello e quell’altro. I desideri, o nel cassetto, o al massimo se ti va bene, al weekend.

Io ovviamente ho solo sorriso, perchè anche se glielo dici, l’ego, la struttura mentale, le porta davanti tutte le paure possibili e immaginabili solo nei film di orrore, thriller, fantascientifici. L’ego ci conosce, e bene anche, e ci da’ dentro quando la nostra anima è riuscita in qualche modo ad oltrepassarlo…  

Quindi, ennesima volta che si presenta questo teatrino.

Faccio per tornare a casa, e mentre cammino …. flash di illuminazione (non ridete)! Ed io? E il mio ego? E quante volte le mie paure ed il mio ego si sono infilati per distruggere I vari messaggi che la mia anima ha cercato di farmi arrivare?

Caspita… chissà quante…

Sì perchè si tratterebbe di tirarsi su le maniche e rimettersi in gioco, anche se si ha quasi 40 anni. E chi ce la fa? (Ego). Le capacità le hai? Conoscenze, esperienze, capacità materiali, etc? (Anima).

A te la scelta, allora. Liberissima. Di andare avanti a fare una vita di sussistenza (verso te stesso), oppure se scegliere di vivere pienamente, ogni attimo, con amore incondizionato verso tutto e tutti, te in primis.

.. chi sono io?

​ Leggendo Tolle, Un Nuovo Mondo, ad ogni paragrafo mi devo fermare.

Ego è inconsapevolezza.

Solo la Verità, l’andare oltre il velo dell’illusione, il comprendere chi veramente sei, ti porta alla consapevolezza.

Bingo.

E’ così semplice, no?

Sulla carta. No, manco quello…

Chi sei?

Un giorno ti senti santa, un giorno diavola. Un giorno povera, un giorno super ricca. Un giorno grata per respirare, un giorno non vorresti neanche svegliarti.

In tutto sto casino, come fai davvero a capire, col cuore, chi sei?

E chi lo sa, se non te?

Cosa direbbero le persone di te? E’ una ragazza timida, dolce… E’ un’egoista, una manipolatrice …. E’ una brava al suo lavoro, una perfezionista …. E’ una noiosa, prevedibile …. è divertente, simpatica ..

Insomma, dipende dalle maschere e da chi ti descrive?

Sto combattendo tanto con queste maschere, e forse è questo il motivo.

Accettarle, le ho accettate. Fa male ammetterlo, ma si, sono egoista, nonostante voglio aiutare gli altri. Penso a me stessa, prima, e daltronde avendo dovuto crescere in una famiglia come la mia, è anche comprensibile, no? Sono manipolatrice, e si ricollega all’egoismo. Mazzata sul capo. Ok, poi? Dov’è la consapevolezza, se mi dico “sono questo”? Sarà che manca ancora molto nella lista? Non lo so, ma rimane un tratto di serenità, nonostante le tante incognite… Una volta, tipo neanche 2 settimane fa, sarei andata in panico totale!

Dio ti ama così come sei

Primo è difficile capire che Dio esiste.

Devi passare combattendo il pensiero altrui, le circostanze che ti portano a fare esperienze ben lontane da una qualsivoglia spiritualità, una famiglia che è lontana da qualsiasi forma di religione, la voglia di andare controcorrente, sbagliare, fare esperienza.

Poi, dopo tanti giri, tante esperienze (non sbagli!), torni a casa. E lui è sempre stato lì ad aspettarti… e ti vedeva fare le tue esperienze lontano dalla sua luce, dal suo amore, lui non ha mai smesso di stare con te, di amarti, anche se tu non lo sapevi, non te ne rendevi neanche conto… anzi nella sofferenza provocata dalle varie esperienze, magari hai anche perso la speranza in lui…

E difatti, lui, o lui/lei, se intendiamo il Padre/Madre cosmico, mi amano, ci amano, talmente tanto che hanno creato l’Universo intero per noi….. e questo stupendo, meraviglioso pianeta, pieno di frutti, piante, animali e meraviglie fantasmagoriche… tutte per noi… l’essere umano… per poter vivere… al meglio….

Il percorso spirituale che cominciai 9 anni fa non è stato come lo pensavo all’inizio… con gli angeli, le musiche da meditazione, I gruppi di lavoro, seminari occasionali, no…. è stato fatto, e continua ad essere, di un lavoro degno di Freud e Jung messi assieme. Andare a scavare dentro il subconscio. Rendersi conto dell’illusione creata dalla mente, dalle emozioni, rendersi conto del presente attuale, della forza e potere in ognuno di noi ..

Leggi, senti, ascolti, rileggi, le stesse identiche cose per anni…. ma non ti entrano nel cuore.  E poi, un giorno… puf! come per magia….. ah ecco…. quella roba là….. e finalmente la capisci realmente!

Tipo con il non giudizio. Quante volte te l’hanno detto? Non giudicarti!

Ed ecco un ultimo pezzettino di consapevolezza: Dio ti ama per come sei, anche per le cavolate che hai fatto in passato, quelle percui ancora ti colpevolizzi. Anche se non sei perfetto, tanto… uno c’era di perfetto, e guarda che fine ha fatto (in croce!).

Dio è Amore.

E se lui/lei mi ama così come sono, chi sono io per non amarmi per quello che sono? in tutti I miei più e meno…..