Dov’è l’amore?!?!?!

Ma lo avevate notato? Il testo di questa famosissima canzone dei Black Eyed Peas è assolutamente super fantastico e super attuale….. eccolo qui il testo, se non è spettacolare, ditemi voi!!!

Dov’è L’Amore?

Cosa non va nel mondo, mamma?

Le persone si comportano come se non avessero una madre

Credo che non possiamo più fare a meno di eventi drammatici, siamo solo attratti da quello che ci può provocare un trauma

negli altri paesi si che cerchiamo di fermare il terrorismo ma i terroristi ci vivono ancora qui negli Stati Uniti, la grande CIA, i teppisti, le sette occulte e il Klu Klux Klan

Ma se ami solo la tua razza allora lasci spazio solo alla discriminazione

e la discriminazione crea solo odio

e quando si odia si finisce con l’arrabbiarsi

e la follia ne è la conseguenza

ed è proprio così che funziona la cosa,

c’è bisogno d’amore solo per iniziare a sistemare tutto

dobbiamo essere padroni della nostra mente, meditare

e lasciare tutti che le nostre anime gravitino attorno all’amore

Gente che uccide gente che muore

i bambini che soffrono, li sentiamo piangere

vogliamo mettere in pratica le teorie che predichiamo o preferiamo porgere l’altra guancia?

padre padre padre aiutaci

mandaci un segnale dall’alto che ci serva da guida

le persone mi fanno, mi fanno riflettere e pensare

dov’è l’amore? (amore)

dov’è l’amore? (l’amore)

dov’è l’amore? (l’amore)

dov’è l’amore?

(dov’è l’amore, l’amore, amore mio?)

Non è più la stessa cosa

con tutti i cambiamenti

i nuovi giorni sono strani, il mondo è impazzito?

se l’amore e la pace sono cosi forti

perché i pezzi dell’amore non s’incastrano?

i paesi buttano le bombe,  i gas tossici riempiono i polmoni dei bambini e le sofferenze continuano mentre i giovani sono giovani e allora, poniamoci la domanda, l’amore è davvero scomparso?

e allora posso chiedermi veramente che cosa è andato storto in questo nostro mondo continuiamo ad arrenderci e a prendere le decisioni sbagliate guardando solo il nostro profitto personale, senza rispettarci, negando il proprio fratello

C’è una guerra ma i motivi sono nascosti

la verità è tenuta nascosta e messa nel dimenticatoio

se non si conosce mai la verità non si conoscerà mai l’amore

dov’è l’amore, tutti… (dai, io non lo so)

dov’è la verità, tutti… (dai, io non lo so)

e dov’è l’amore, voi tutti?

Gente che uccide gente che muore

i bambini che soffrono, li sentiamo piangere

vogliamo mettere in pratica le teorie che predichiamo o preferiamo porgere l’altra guancia?

padre padre padre aiutaci mandaci un segnale dall’alto che ci serva da guida

le persone mi fanno, mi fanno riflettere e pensare

dov’è l’amore? (amore)

dov’è l’amore? (l’amore)

dov’è l’amore? (l’amore)

dov’è l’amore? (l’amore?)

Dov’è l’amore? (l’amore)

Dov’è l’amore? (l’amore)

Dov’è l’amore? (l’amore) (dov’è l’amore, l’amore, amore mio?)

Sento il peso del mondo sulle spalle mentre invecchio tutta la gente diventa più fredda

la maggior parte pensa solo a fare soldi

l’egoismo ci sta portando a seguire la direzione sbagliata

i media ci comunicano le notizie sbagliate

dare un’immagine negativa è la prerogativa

contaminando le giovani menti più velocemente dei batteri

i ragazzi vogliono imitare quello che vedono nei film

dove sono finiti i valori umani?

dove sono finiti la correttezza e l’uguaglianza?

invece di spargere amore spargiamo animosità

da questa nostra posizione portandoci lontano dall’unità

ed è per questo che a volte mi sento sopraffatto

ed è per questo che a volte mi sento giù

Non mi meraviglio se a volte mi sento sopraffatto

devo tener vivo il ritmo finchè l’amore non si trova

ora chiedetevi (Dov’è l’amore? Dov’è l’amore? Dov’è l’amore? Dov’è l’amore?)

Cosa volevi diventare da grande?

Leggi un libro, e ti colpisce una semplice domanda: cosa vuoi fare da grande? chiesto a un gruppo di bambini.

E la mente mi porta ai banchi di scuola, la elementare, col banchetto color verde chiaro militare, le sedie di legno che ti rovinano le calze e sono scomodissime, I temi che le maestre ti facevano scrivere..  chissà che fine hanno fatto quei temi! Cosa darei per leggerli ora….

Cosa volevo diventare da grande? ….. Dopo 30 anni, ho realizzato il sogno di quella bambina?

Ovviamente no..

Il mio sogno era davvero lontano dal potersi realizzare, ed era anche legato ad una passione del mio papa, in realtà, che mi aveva attaccato la sua passione per la formula uno, si proprio quella delle grandi sfide Ferrari e McLaren, dove si corre a 300 km/h e si è invincibili.. (a parte l’anima buona di Sienna).

Ricordo quindi che al tema indugiai se scrivere questo difficilissimo obiettivo, ed invece optai per un più calmo e pacato ruolo del gelataio. In effetti chi non ama il gelato quando è bambino (e non solo?!?).

Perchè parlo di sogni? Perchè ho bisogno di realizzarli. Ma prima di tutto ho bisogno di capire qual’è il mio sogno, perchè fra tanti casini, parole, eventi della vita quotidiana, fatti ovviamente di emozioni da far fluire, traumi da guarire, passato da dimenticare, crescita interiore da fiorire, mi sono col tempo dimenticata cosa davvero mi appassiona, e cosa vorrei fare da grande.

Sì, anche perchè se sono quasi ai 40, mi sento che ancora la vita mi può dare meraviglie, ma ho anche capito che sono io l’artefice di queste meraviglie. Il tutto da solo non si può manifestare, l’Universo collabora con noi al 50%. Il resto, sta nelle nostre mani.

E poi … una lettura ed una semplice frase, ti manda in stallo. Cosa volevi fare da grande? E mi immagino la mia bambina interiore totalmente affranta per quello che ho fatto, che sono diventata. Ma come!? Non giochi? Ma insomma!? Non ti diverti!? E allora perchè lo fai!?!?!? Eh….. sai le bollette non si pagano con le risate, le altalene, il gelato, lo zucchero filato, ma vallo a spiegare ad una bimbetta nata negli anni 80 ….

Oppure sono io, adulta, affranta, robotica, che non sento più quella spinta che mi portava a sporcarmi nel fango pur di gioire, correndo a perdifiato per liberare tutti a nascondino, buttandomi anche se non sapevo dove sarei finita! Quella era fiducia! O ingenuità? Senza giudizio, senza giudizio… sbagli? va bene lo stesso… l’importante è dare tutta te stessa, in quello che fai, fallo col cuore.

I sogni son desideri. Ma so anche che la mente è un potentissimo strumento creativo. Non ho dubbi su questo. E basta che mi focalizzo su un qualcosa, e quello, se è giusto, avviene.

Ma c’è anche un’altra cosa. Non pongo me stessa al centro del mondo. Pongo l’altro. Non faccio per me, ma per il prossimo. E so che il Cielo guarda giù ed opera, anche se non lo vedo. Attendo, cercando di schiarire il cuore, non la mente, per connettermi con la Divina Volontà. Poi mi scanso. E lascio che accada…..