Grazie di esistere

E’ una grande benedizione questa, quella di ringraziare di esistere. Per questo la famosa canzone di Eros Ramazzotti ha avuto così tanto successo a suo tempo?

E allora….

Grazie di esistere a tutte le persone che nella mia vita mi hanno fatto male. Al momento non capivo, ma mi servivate per andare oltre alle mie innumerevoli ombre.

Grazie di esistere a tutte le persone a cui ho fatto male. Dovevo affrontare le mie colpe, e andare oltre attraverso il perdono, che vi chiedo. Anche se solo a livello animico, so che funziona.

Grazie di esistere a tutti coloro che mi amano e mi hanno amata, dalla mia famiglia, ai miei compagni, ai miei amici, agli animali. Con non raramente incomprensioni e difficoltà abbiamo dato vita all’amore che il Creatore ci dona continuamente.

Grazie di esistere a tutte le entità spirituali che esistono e mi aiutano da sempre, anche se non ne ero consapevole. Solo grazie a voi sono quello che sono oggi. E anche grazie a tutte le persone appena citate.

Grazie di esistere ai miei colleghi e colleghe, soprattutto quelli più difficili da gestire. Senza di loro, non avrei tirato fuori il peggio che era in me. Non sarei stata in grado di diventare consapevole su svariate difficoltà che vivevo.

Gli specchi sono tanti, noi viviamo così, le ombre si fanno palesi attraverso gli altri. anche Freud lo diceva.

Cosa non mi piace di una persona? Perchè mi ha dato fastidio? E’ possibile che quella cosa fastidiosa appartenga a me? Questo mi devo chiedere ogni volta.. Analizzare e comprendere… quindi accettare che sono io che mostro fuori, attraverso qualcun altro, una parte di me che non sono in grado di vedere. Basta anche la cassiera del supermercato, non deve per forza essere una persona ben conosciuta…

Me ne accorgo quando un certo atteggiamento che prima mi urtava, ora non da lo stesso risultato. Crescita raggiunta, anche se solo piccola, infinitesimale.

E sono ancora tante le interazioni con persone che mi scatenano frustrazioni e fastidi, domande e dubbi… E questo è crescita, interiore, profonda, che voglio continuare.

E allora grazie a me, alla mia anima, che ha deciso di incarnarsi qui e ora e di farmi affrontare così tante grandi e piccole sfide quotidiane e di vita, nel tentative di viverle con la serenità e l’amore che solo il Creatore sa di darci.

E grazie al Creatore, senza il quale, non sarei qui, a condividere  questi piccoli pensieri in giro per il web…

Me ne accorgo

Installare l’Amore.. storiella simpatica

amoreAssistenza tecnica: – “Salve, come posso aiutarla?”

Cliente: – “Ho pensato di installare di nuovo l’Amore. Mi può aiutare?” –

“Certamente. Se è pronto, possiamo farlo adesso.” –

“Penso di si. Da che cosa inizio?” –

“Prima di tutto, apra il “Cuore”. Lo sa dove ce l’ha, il Cuore? –

“Si, ma posso installare l’Amore se lì ho anche altri programmi? –

“Quali programmi ha attivi?” –

bassa-autostima“Eh, ho “I vecchi rancori”. “La bassa autostima”. “La delusione e la frustrazione” –

“I vecchi rancori” non sono un problema, l’Amore li sposterà gradualmente dalla memoria ma conserverà come i file temporanei. Lo stesso dicasi della “Bassa autostima”. Ma lei deve cancellare “La delusione e la frustrazione”, perché ostacolano installazione del programma.” –

“Ma non so come cancellarli.” –

perdono“Allora, vada al menu Start e provi a cliccare il “Perdono”. Clicchi finché non si cancelleranno “La delusione e la frustrazione.” –

“Oh, ok! Ci sono. E’ iniziato, da solo, il download dell’Amore. E’ normale?” –

“Si, ma è un programma di base, l’upgrade finale aggiunge “Altri Cuori”. –

“Mi scrive “Errore. Il programma non funziona con i componenti interni.” Che significa?” –

“Significa che l’Amore già funziona con i componenti interni ma non è amare-se-stessiancora nel suo Cuore. Per farlo, deve iniziare ad amare se stesso.” –

“Che devo fare?” –

“Clicchi su “Auto accettazione” e poi carichi i file “Auto perdono” ed “Essere consapevoli dei propri pregi e difetti”.

“Fatto”. –

“Ora copi tutto nel “mio cuore” e il sistema provvede. Però deve cancellare a mano, da tutti i menu, “L’autocritica verbosa”, e svuotare il Cestino. Non carichi mai più “L’autocritica verbosa.” –

“Ci sono! Il “Mio Cuore si sta riempiendo di nuovi file. Vedo il “Sorriso”, “L’equilibrio dell’anima”. Succede sempre così?” –

“Non sempre, a volte serve più tempo. Un dettaglio solo: “L’amore” è un software gratuito. Ma per farlo funzionare deve regalarlo agli altri e loro vi regaleranno le loro versioni.”

Nikolay Bulgakov

love

Gli extraterrestri sono gli Angeli?

Allora, cominciamo a portare chiarezza. Noi tutti, voi che cercate spiegazioni continue ai numeri che continuate a vedere, che avete sentito che qualcosa c’è da cambiare, che qualcosa in questo mondo non va, in questo modo di vivere, insomma abbiamo intuito. Ora c’è da fare, ragazzi. Basta crogiolarsi, perdere tempo.

Nel precedente post avevo condiviso dei video di Pier Giorgio Caria, video molto lunghi, ne convengo, ma di contenuti elevatissimi. Se ce la fate, vi consiglio di farvi un oretta al giorno, piuttosto che la tv, un bel youtube, Caria, e via. E scardiniamo qualche limite mentale, che ce n’è bisogno…

Ma andiamo oltre. Caria condivide, se gli mandate un’email a info@piergiorgiocaria.it, un sacco di libri in pdf.

ashtarsherancomandanteEcco il diamoci da fare. Leggiamo e condividiamo. Informiamoci. I messaggi che ho letto nel primo libro sono datati 1959. Come sempre, siamo leeeeeeenti, bradipi inside :(. 60 anni fa ci scrivevano gli extraterrestri (che brutta parola, ora li chiamo Fratelli del Cielo, se me lo consentite) attraverso dei “contattisti”, o “medium” e cercavano in tutti I modi, disperatamente, di farsi sentire. Molte domande banali, tipo “perchè non contattano I potenti”, o “come faccio a fidarmi di quello che dice”, sono risposte nel libro (100 paginette, io l’ho letto in una giornata – merita). Parla Ashtar Sheran, comandante di una flotta spaziale che risponde alle domande del suo contattista e ci invita a divulgare I suoi messaggi di amore.

Riporta I messaggi di Caria che lui espone verbalmente in tutta Italia nelle sue conferenze, ma in modo diverso, un pò più dolcemente, perchè in effetti c’era un pò più tempo allora… Mò, l’intervallo è finito. Dentro in classe, a lavorare! Purtroppo non riesco ad allegare il file qui, ma se mi scrivete ve lo giro subito. Oppure, scrivete a Caria, e vi arriveranno I link.

pace.pngI messaggi sono di pace. Loro vogliono il nostro bene. Siamo noi che ce ne infischiamo. Qui, ragazzi, si sta andando allo sbando più totale, e non si tratta di disfattismo, ma di realtà. Basta aprire un giornale per rendersene conto, basta constatare come siamo combinati con I nostri stili di vita da film drammatico… Ma la chiamate vita quella che fate? Chiusi 9h al giorno a fare un lavoro che non vi piace? Aspettare il weekend per respirare un pò di libertà? Arrivare a fine mese senza la possibilità di pagarsi tutto quello che si desidera? I soldi e il sistema monetario, ne parliamo? Tutto finto, ma non ce ne rendiamo conto? Il cibo inquinato, l’aria inquinata dalle scie chimiche, l’acqua inquinata dalla plastica e scarichi industriali. Questo per restare nel nostro “fortunato” Occidente, senza poi andare troppo nei dettagli di chi ha la sfortuna di incarnarsi in una Siria, Libia, Iraq, Afganistan, Congo, Darfur, etc. etc.

Il Risveglio sta anche in questo, cari amici. Constatare che viviamo in una società malata. Non solo bei corsi, energie, angioletti, spiritualità ma rendersi conto che il conto alla rovescia sta terminando. Basta egoismo. Basta guardare solo il proprio orticello. Bisogna tirarsi su le maniche, e agire per il bene del prossimo!!

Il come, ognuno lo deve valutare da sè.

Sarà una sorpresa per alcuni, spero pochi, constatare che anche I Fratelli del Cielo seguono Gesù Cristo. Ashtar infatti dice “I nostri committenti sono Michele e Cristo”. Lui è il nostro Re!

Mi spiace se la Chiesa vi ha fatto storcere il naso, se vi hanno annoiato a morte con le loro omelie, se vi ha scandalizzato leggere dei preti pedofili, per non parlare dello sfacelo del medioevo con la “santa” inquisizione.. Hanno fatto il loro lavoro, ragazzi… quello di cercare di allontanare più persone, anime, possibili, da Gesù…. Rendiamoci conto… lui non voleva tutta sta roba, nei Vangeli, libri sacri ma non religiosi, si parla di come vivere in società, non di come fare il bravo fedele che va a messa, fa la confessione, fa I riti, fa…… NO!

Gesù ripete che ci dobbiamo amare, e che dobbiamo amare I nemici.. che dobbiamo porgere l’altra guancia se ci fanno un torto, che dobbiamo perdonare I torti subiti, pregare per chi ci perseguita, che siamo dei incarnati! Dei!

Avete letto qualcosa? I messaggi non sono facili da comprendere, ma sta tutto li. E ancora una volta vi esorto ad ascoltare Caria che invece ha appreso e insegna molte cose importantissime dei Vangeli, e in maniera molto semplice.

Che Dio ci Benedica… e grazie se potete ascoltare o leggere le parole dei nostri Fratelli del Cielo ❤