Solstizio ed Era dell’Acquario

Alzi la mano chi non si sta riempiendo la mente di letture di articoli sul solstizio della prossima settimana!

Io le mani le ho bene bene giù…

E più leggo, più l’ansia sale, perchè ovviamente con il mio sole in acquario ogni volta che leggo qualcosa, un pò il groppone me lo sento pesante.

Però.

Intanto, più leggevo, e più sentivo anche le amiche e gli amici con il quale ci troveremo il prossimo weekend per celebrare il solstizio, più sentivo nell’aria FIN TROPPA attesa, fin troppo eccitamento, fin troppa aspettativa.

E a me non piacciono le aspettative, perchè poi alla fine, ci rimango male.

E non so dove l’ho letto, ma le aspettative abbassano le energie.

Insomma, voliamo bassi.

Stay grounded! Radichiamoci! Belle radici grosse, che vanno verso Madre Terra!

E poi, la ciliegina sulla torta.

Un’amica mi gira l’ennesimo video, che parla della famigerata congiunzione di Giove e Saturno che però per l’astrologia SIDERALE avverrà in Capricorno, e non in Acquario.

Conoscete la differenza tra astrologia siderale e quella tropicale?

Siete pronti per un frullato in testa? Vi lascio il video per vostra curiosità…

Oppure due parole mie:

Praticamente la siderale (orientale e vedica) prende in considerazione il movimento della Terra, percui i segni sarebbero spostati di poco, ma sarebbero spostati. Ed io non sarei acquario, bensì capricorno (ohibò, mi cambia la vita, e ora cambio il nome del blog, ahahha!). Mentre la tropicale, che è quella “nostra” occidentale e tradizionale, prende in considerazione il segno senza considerare questo movimento della Terra.

Fonte: APP STELLARIUM

Difatti, se si guarda il cielo con un telescopio, o con le varie app che facciamo prima e risparmiamo diverse centinaia di euro, si vede che Giove e Saturno sono proprio in capricorno, e che la costellazione dell’acquario è un bel pò in là… (VEDI IMMAGINE!)

Ovvero: l’era dell’acquario così tanto sbandierata non è ancora alle porte.

Però è vero che ci stiamo avvicinando, eh!

Scusate se vi ho rotto la sorpresa, ma probabilmente settimana prossima non ci saranno i fuochi d’artificio nel cielo, nè a partire dalla prossima settimana saremo tutti più buoni e vivremo finalmente in una santa fratellanza!

Insomma, ce n’è ancora di strada da fare per questo, ma la strada la stiamo imboccando, insieme, e ci stiamo rendendo conto sempre di più che la collaborazione è meglio della competizione, che se sto bene io, stai bene anche te, che riesco a vivere anche con solo 3 maglioni invece che 20, che il mio corpo necessita di cure e attenzioni fisiche ma anche mentali, emozionali e spirituali… o no?

Insomma: il messaggio non è quello di rovinare una sorpresa, o una festa, perchè comunque il solstizio è e rimane una festa da celebrare, ma con la consapevolezza che i cambiamenti che avverranno, saranno più lenti e dipenderanno comunque da noi, non solo dai movimenti del cosmo.

Siamo noi che ogni giorno, con i nostri pensieri, le nostre parole, e soprattutto le nostre azioni, possiamo apportare il cambiamento che desideriamo tanto avvenga.

Noi, non le stelle.

Cosa ne pensi?

Fammi sapere nei commenti la tua, o magari sono l’unica che aveva questa ansia/aspettativa per l’arrivo dei due pianeti più grossi del nostro sistema solare in questo segno?

Luna Piena e Wesak

Buonissima Luna Piena e Wesak a tutti!

Spero l’abbiate passata in piena connessione con l’amore che i maestri ascesi, il Buddha, Cristo e centinaia di migliaia di anime terrene elevate hanno mandato alla Terra.

Cos’è il Wesak? Anni fa spiegavo questo

Ma veniamo ad oggi.

Le energie potenti che questo maggio ci propone (vedi post di qualche giorno fa) sono molto forti, e già si sono fatte sentire da qualche settimana.

Ricordiamoci inoltre che, se anche non dovessimo aver “celebrato” con una cerimonia vera e propria questa Luna potente, abbiamo fino a 3 giorni per far ciò.

E cosa dovremmo celebrare? Noi stessi e la vita migliore che verrà, concentrandoci sul momento presente con il massimo della positività che possiamo sentire nel cuore, la camera della nostra anima, dove possiamo sentire davvero parlare il nostro Sè Superiore.

Quando infatti siamo alla ricerca di risposte, poniamo sì una domanda a livello mentale, ma piuttosto che cercare la risposta sempre nella parte superiore del nostro corpo, concentriamo la nostra attenzione sul petto, dove l’anima vive.

Tutto parte da noi, non scordiamocelo, e parte da questo stesso momento, da questo respiro, da questo attimo, da coltivare con amore, con cura, con attenzione, perchè ce lo meritiamo.

Siamo qui su questa Terra perchè lo abbiamo deciso noi, e sapevamo fin dall’inizio che non sarebbe stata una passeggiata su una spiaggia caraibica. No, tutt’altro.

Ma siamo qui per evolvere, e velocemente anche, e ce ne stiamo accorgendo. 5 mesi fa è cominciato questo 2020, e subito in salita (chi si ricorda l’attacco americano in Iran?), poi continuato con questo Coronavirus che sta testando fortemente tutta la nostra vita, individuale e collettiva.

E, sì, il meglio deve ancora venire, perchè siamo in tanti ad esserci resi conto che non siamo solo corpo fisico e magliette firmate, ma piuttosto siamo amore, connessione, a livello globale ed universale.

Ed il nostro potere, divino, lo stiamo riscoprendo e mettendo in pratica, giorno dopo giorno, praticando la positività, e raccogliendo piccole piantine di amore che crescono nel nostro orticello.

E quindi celebriamo con gioia, servizio ed umiltà la nostra evoluzione, focalizzandoci sempre e costantemente sul buono che arriva, anche quando non dovesse apparire a prima vista.

La magia, l’alchimia, si sta compiendo or ora… gioiamo quindi in ogni singolo istante, facciamo scorta di questa potente energia che sta arrivando sulla Terra.

blood moon

Photo by GEORGE DESIPRIS on Pexels.com

Lista della gratitudine

Un mese fa era fine anno. Ed ho fatto un elenco di tutte le cose belle che mi sono successe durante i vari mesi… non doveva essere necessariamente qualcosa di grosso, ma anche il solo passare del bel tempo con delle persone care, lo era. Gioire del momento presente. Poi, potevano capitare tante cose, e ne sono in effetti capitate di cose belle, di apprendimenti e realizzazioni, dopo ovviamente momenti di dolore, ma questo ci sta.

Ed oggi, fine di gennaio 2018, che coincide con un evento cosmico di grande portata, questa Luna Piena rossa e blu (ne scrivono benissimo a più riprese nel web), credo sia un momento ideale di celebrare e segnare su un diarietto i vari avvenimenti che meritano risalto di questo primo mese dell’anno. Così, a dicembre, saremo in grado di ricordarci e mostrare gratitudine per tutto quello che è stato.

Io stasera, nel piccolo della mia casa, lo farò. Non celebrerò con altri, se non con me stessa, e le energie di oggi.

Finisco con una comunicazione di servizio: Facebook ha bloccato il mio conto, pertanto non sarò in grado di rispondere, nè condividere quanto mi sarebbe piaciuto. Spero sia temporaneo…

Un abbraccio di Luce a tutti, e che le energie attualmente in atto siano portatrici di amore incondizionato per noi stessi. Ce lo meritiamo.