Perché è difficile amare se stessi?

Qualche giorno fa ero a fare la spesa in compagnia di un’amica, che a un certo punto si è fatta prendere dallo sconforto.. guardando una giovane coppia, lei in tuta, trasandata ma con due occhi a forma di cuore, totalmente disinteressata del suo look esteriore, perché c’era lui! Amata, spensierata, disinteressata…

Sono single da un pezzo. Questo stato mi ha portato a vari cambiamenti, interiori nonchè esteriori, e a capire che..

.. se sto bene, è a prescindere da un lui che mi fa sentire più o meno bella

.. se sto bene, è perché io sento di essere stupenda anche se non me lo dice nessuno.

No, non mi manca la persona che di fianco mi rende con i suoi occhi e complimenti AMATA e adorata.

Sto imparando infatti ad AMARMI da sola, nei miei piccoli difetti, nelle mie insicurezze. Non dico che sia semplice, ma la strada è quella. Sennò perchè sto vivendo questa esperienza? Credo proprio per questo: IMPARARE AD AMARMI!

Ma perché è così difficile amarsi? Perché questa persona ha vissuto quel momento di nostalgia (e immagino che non sia la sola)?

Risposta (easy): non si ama. E perché?

Perché crede ancora di aver bisogno della conferma esterna, un lui qualunque che le dica quanto è speciale, anche se esce in tuta a fare la spesa una domenica pomeriggio.

Invece, l’amore per noi stessi, per questo tempio sacro che è il nostro corpo, dovrebbe essere incondizionato e partire appunto da noi VERSO NOI in primis!

E non solo per il nostro corpo fisico… per l’essere meraviglioso che siamo, per ogni singola cellula del nostro corpo, della nostra mente, per il momento epocale che siamo venuti a vivere, e per il lavoro ciclopico che stiamo compiendo su noi stessi, sui nostri antenati, sul nostro pianeta.

I AM BEAUTIFUL, dice Christina Aguilera in una sua famosa canzone, cercando di andare oltre a stereotipi che tv, media, e società ci profilano. Sei forte se vai oltre a questi. Allora lì vinci. Forte, perché di forza si deve parlare quando ti trovi a scontrarti faccia a faccia con i giudizi di chi punta il dito sulla tua scarpa fuori moda, su qualche kilo di troppo, o sul modo strano di porti alla vita (ovvero non conforme agli standard – ma di chi?!). Sei adolescente, e allora sono cavoli amari.. Essere forti in quel periodo è dura, se ce la fate, e spero proprio, Generazione Arcobaleno, mi inchino a voi!

Se hai superato la fatidica soglia dei “teen”, e sei riuscito a fortificare l’anima sbattendotene dei giudizi altrui, puoi riuscire a vivere bene.

E non buttarti giù perché senti nostalgia di un partner… no, amica… non ti vuoi ancora bene. E invece devi volertene, e tanto. E se ti manca qualcuno che ti dica che sei bella: dittelo tu stessa allo specchio! Lavora sull’autostima!

Presa dall’ispirazione, ho cercato delle affermazioni per l’autostima  , ne ho scelte 44 (numero angelico!), ho cercato delle immagini ad alto contenuto vibratorio, ho fatto un collage e…. è nato il primo video di Acquario2012 su Youtube! HAPPYNESS 😀 (fatemi sapere cosa ne pensate, please!)

Altri link utili che potrebbero interessare:

Io consiglio di trarre da queste liste quelle che più risuonano a noi, e poi scriverle, o ripeterle con il registratore dello smartphone e ascoltarsele mentre si va a scuola o lavoro o in giro con il cane. Meglio ancora: creare le proprie affermazioni positive! Farsi guidare dal cuore… Qui una guida su come creare le proprie affermazioni positive

Qualsiasi cosa iniziamo, proviamo a praticarla almeno per 21 giorni (i maschietti) e 28 giorni (le femminucce): in questo modo comunichiamo efficacemente alle nostre sinapsi, alla nostra mente, alle nostre cellule, alla nostra anima … e queste registrano tutto ben bene nel profondo, dove serve…. non basta ripetere le affermazioni un giorno. Ci vuole impegno! E se non lo facciamo per noi stessi, per chi!? Suvvia, 7min del vostro tempo, ogni giorno, lo riuscite a trovare per voi stessi!?

Amiamoci, perchè solo grazie a noi stessi siamo quello che siamo, dove siamo, e nella situazione attuale. Che può migliorare, solo migliorare. Perché tutte le esperienze che passiamo, ci portano sempre uno scalino più in alto.. sul percorso della nostra meravigliosa vita.

Un abbraccio di Luce,

Acquario2012

Il chakra delle orecchie esiste?

In ultimi questi giorni mi è successo di sentire sempre più una forte pressione alle tempie. Era una sensazione che avevo provato di tanto in tanto nelle ultime meditazioni, ma durante quelle non ci prestavo più di tanta attenzione, non durante almeno!

Sto leggendo in questi giorni un libro di Doreen Virtue, Guarire con gli Angeli. Durante la lettura queste pressioni si ripresentano. E per la prima volta, sento parlare dei charka delle orecchie che lei descrive appunto stiano sopra i sopraccigli, verso le tempie. E allora mi si illumina il viso, si accende la classica lampadina EUREKA! era il chakra delle orecchie!

Eureka un tubo.. perchè ho vangato la rete da cima a fondo e non ho trovato nulla, se non dei meri elenchi di questi “chakra minori”, i quali dovrebbero essere parecchi, dipende dalla filosofia/credo seguito. Io cercavo appunto quello delle orecchie, ma non si spiega nulla, cosa sia, cosa faccia, perchè per come… Invece dei chakra tradizionali c’è un monte di informazioni, così tante che uno si rimbambisce! Colori, suoni, forme… di tutto!

Poi ieri sera ho fatto questa meditazione che riporto in video Youtube. E’ un pò lunghetta, 30 min circa, ma la ragazza che la recita mi porta una pace…. wow! è bravissima. Recita un mantra molto bello, Ek Ong Kar Sat Gur Prasad, Sat Gur Prasad Ek Ong Kar che significa There is one Creator of this creation. All is a blessing of the one Creator. And this realization come through true grace, ovvero C’è un Creatore di questa creazione. Tutto è benedetto da questo Creatore. E questa realizzazione si realizza con grazia.

Il video è in inglese, lei spiega come fare le respirazioni, ma se la senti la riesci a seguire bene, quindi non servono traduzioni a mio avviso. L’unica cosa di interessante che dice è di cercare di avere pensieri positivi subito dopo, perchè li amplifica.. E’ un ulteriore conferma che ho trovato qui. In un’altra pagina, si dice che bisogna recitarlo con molta devozione, in quanto è particolarmente potente… è addirittura chiamato il Magic Mantra!

Ora, non so se la mia intuizione si è ampliata, ma questa pressione alle tempie si è attenuata! Vediamo come procederà!

Nel frattempo, per chi può per chi gli piace, consiglio di provare questa bella meditazione, e se poi vuole farmi sapere cosa ne pensa… contenta di condividere l’esperienza!

Namastè,

Acquari02012

I Chakra – Cosa sono? A cosa servono?

Mai sentito parlare di chakra? Che parola strana… deriva in effetti dalla lingua antica indiana, il sanscrito, e ha diversi significati.. ruota, vortice o  plesso.. (vedi anche cosa dice wikipedia)

Un chakra è un vortice di energia, e come tale non è visibile all’occhio umano (voi vedete il gas, la luce, o l’energia atomica?).

Ognuno di noi ha 7 punti chakra principali nel nostro corpo umano che partono dalla base della colonna vertebrale e terminano alla corona.

Come riporto in questo breve video Youtube, lo stato di salute dei nostri chakra ci consente di rivelare il nostro stato di salute.

Sia che noi lo vogliamo, lo sappiamo o no, i chakra vibrano per creare il corpo elettro-magnetico, ovvero l’aura. Come afferma la scienza, il colore è una vibrazione di luce, e pertanto ogni chakra ha un colore corrispondente.
Lavorare sui propri chakra migliora lo stato di salute nonché influisce in maniera diretta e profonda sul conscio e sull’inconscio, sul sistema nervoso simpatico e parasimpatico, influendo sull’essere umano, l’ambiente, la flora e la fauna.

I chakra interagiscono con il corpo attraverso il sistema endocrino e il sistema nervoso. Ogni chakra è associato con una delle sette ghiandole endocrine e con un gruppo di nervi, detto plesso. Quindi, ogni chakra può essere associato con specifiche parti del corpo e particolari funzioni fisiologiche, controllate dal plesso o dalla ghiandola endocrina associati a quel chakra.

Capire i chakra permette una migliore comprensione di noi stessi e degli altri che ci circondano. Ricordiamoci che il corpo è lo specchio della vita.. La persona che ha i chakra aperti che girano armoniosamente, sperimenta appieno il proprio essere, la salute e particolarmente la compassione.

E come dice il Dalai Lama…

Compassion is the ultimate source of success in life