Cerchi l’amore

Come se una goccia d’acqua, chiedesse il mare…

Come se una pianta, chiedesse della terra…

Il fatto stesso di non ricordarsi della tua natura, del tuo essere, della tua costituzione non fisica, ti fa stare male…

Comprendi, a livello profondo, che esternamente a volte non senti, fai fatica…

Non senti quello che sei realmente, ovvero amore…

Chiedi amore?

Cerca dentro!

Chi cerca trova, e non è mai stato così facile da cercare… perché è dentro di te, barattolino di nutella 😉

Tu sei la nutella, tu sei quei cuori attivi, tu sei quella forza immateriale e potente che non si vede se non con il cuore!

Difficile da ricordare? Forse.

Abbracciati spesso.

Manda energia e amore nella forma più elevata che conosci alle tue cellule, ai tuoi muscoli, alle tua ossa, alla tua mente, ai tuoi organi, ai tuoi piedi, alle tue gambe, braccia, mani.

Ringraziali spesso.

Attraverso di loro puoi espletare il tuo compito in questo momento.

Vivere…

Ringrazia il tuo sorriso. Il tuo cuore. I tuoi occhi. Le tue lacrime.

Apprezzali come se fossero un bimbo da curare, un cucciolo di animale che necessita di latte, coccole e amore.

Tu sei quel cucciolo, tu sei quell’amore.

Ricordati.

Ricordati delle magie che puoi compiere allorquando SEI l’amore.

Tutto accade.

Facilmente.

E gioia e leggerezza diventano tuoi amici fedeli…

Questo è il tuo POTERE.

Ricordati del caso Amicizia. I Fratelli delle Stelle se ne sono dovuti andare proprio quando l’amore ha cominciato a scarseggiare tra i loro amici terrestri.

Perché L’AMORE È VITA, è ossigeno, non possiamo farne a meno… impossibile…

Fluisci, vivi l’amore, sentiti amore, TU SEI AMORE!!!!!

E sentendolo, vivendolo, mostrandolo anche e soprattutto dove manca, sani, guarisci, cresci e trasformi.

In una danza musicante cosmica con il tutto, che è in te, che si manifesta dentro e fuori, in ogni tempo, in ogni dimensione, in ogni realtà, in tutte le tue cellule, in tutto il tuo essere.

E abbondantemente, così come realmente sei, vivrai, nel tuo potere…

I veri maestri

Pensi alla parola MAESTRO e ti vengono le immagini di….

….. Sai Baba

….. Gandhi

….. qualche maestro shifu o indu o chissàche dal nome impronunciabile.

Tutti sicuramenti veri portatori di tante buone energie e con altrettante buone intenzioni ma ….

…. i veri maestri a mio piccolo e personale parere sono ben altri.

E sono composti da…

…. il tuo o la tua ex che ti ha fatto soffrire in modo indicibile

…. il tuo o la tua collega che col suo comportamento ti ha fatto passare regolarmente ogni giornata lavorativa di m……..

…. quell’amico o amico, o presunto/a tale che ti ha colpito alle spalle più e più volte

…. il vicino o la vicina di casa che non ha capito che le regole civili non sono per forza scritte sui fogli

…. il signore o la signora per strada o al supermercato o alla posta che ha osato mancarti di rispetto

E lo sono, carissimi tutti, lo sono eccome. Soprattutto nel momento in cui riconosci che ti hanno aiutato tantissimo, nel tuo processo di crescita interiore.

Quando invece di addossargli/le la responsabilità per il fallimento del vostro rapporto, ti sei guardato/a dentro e hai compreso che, come sempre, tutto ha un senso (Vasco docet!) e finalmente lo comprendi, lo accetti e ne sei pure grata/o. E il dolore passato, ancora ancorato in qualche cellula del tuo corpo, riesce a liberarsi con l’energia guaritrice della gratitudine

Quando invece di sbraitargli/le addosso, hai cominciato ad osservare le tue reazioni, e poi le sue, e hai finito per avere compassione del suo comportamento egoico, di 3D, che hai vissuto esattamente anche tu… ed hai compreso che l’amore prima di tutto, ed un sorriso a seguire, fa miracoli in situazioni potenzialmente conflittuali…

E quando riconosci tutto questo, hai compreso che tutti loro sono stati dei veri e grandi maestri per te nella tua piccola grande vita.

Più di qualsiasi Eckart Tolle, Tich Nat Hahn, Osho, Neale Donald Walsh o quanti altri ne esistono (e anche grazie a Dio! occorre aggiungere!).

Comprendi che hanno avuto un ruolo importantissimo nella tua vita e che ti hanno insegnato la cosa più importante dell’Universo: che amare fa rima con imparare…..

E credo che lo scopo divino che tutti aneliamo a scoprire sia proprio questo. Niente di ecclatante, nulla di complicato. Semplicemente imparare ad amare, tramite le nostre esperienze, difficoltà, il vissuto fatto di conflitti. Amare, nonostante tutto, amare.

Giro di boa

Eccoci a luglio.

Ovunque leggi, si parla di un super mese. Le eclissi, la luna, I vari pianeti in moto retrogrado ci sosterranno a lasciare andare (per l’ennesima volta) di dosso il passato, I gropponi alla gola, I pesi enormi che non ci appartengono…

Evviva!

I primi 6 mesi di questo 2018, anno magico per molti, sono fluiti con una rapidità impressionante… gli insegnamenti, le opportunità di crescita, le gioie, così come I dolori (che sono poi opportunità di crescita, anch’essi) non sono mancati.

La mia visione, ormai, è sempre quella: NON PUO’ CHE MIGLIORARE!

Se, infatti, al mio compleanno, fino a qualche anno fa, mi lamentavo di invecchiare (come la stragrande maggioranza dei Peter Pan perenni che non vogliono crescere), ora sono felice per un nuovo anno raggiunto e mi ripeto: ED IL MEGLIO DEVE ANCORA ARRIVARE!

Non so cosa, non so dove, non so con chi, ma non mi interessa.

Comprendendo poi che I momenti bui servono, e portano luce anch’essi, anzi forse ancora più luce che I momenti felici, accetto tutto. A braccia aperte.

E via…

Recentemente una conferma sulla mia strada di vita: se fino all’anno scorso ho tentato il lavoro di operatore olistico praticando varie tecniche di massaggio apprese negli anni, e vivendo contemporaneamente con frustrazione estrema la chiusa, bloccata vita da ufficio, mi sono ricreduta. Un amico, infatti, che fino all’anno scorso lavorava come operatore Tuina (non una tecnica facile, anzi) che ha compreso che non poteva guarire gli altri se non prima guariva sè stesso da dentro. Cambio di vita, e lavoro “normale” trovato, con estrema facilità… quando le cose sono giuste per te… arrivano con un susseguirsi di casualità fantastiche! Altro che I film!

Un’altra amica che mi fa vedere il giudizio / non giudizio …. nascondendolo con “ma io non giudico”, dimentincandosi che poco prima aveva deriso una donna per aver deciso di mandare via il marito fedifrago.

Osservo tutto questo.

Con distacco.

Come anche I passi indietro di una persona a me cara… purtroppo non ci posso fare nulla, se ha scelto cose che apparentemente non le possono andare bene. Ma chi sono io per preoccuparmi? Nessuno, e poi io devo pensare al mio benessere, prima di tutto.

E difatti, eccomi pronta per un nuovo viaggio nel mio interiore più profondo, più nascosto. Pronta a portare fuori vecchi traumi che bloccano il mio sole interiore splendere 24h/24h e 365/365 e non solo in questa dimensione!!!!!!