Il ritorno del passato

Dal 10 al 12 settembre il nostro amato pianeta Terra riceve le energie in moto retrogrado di ben 7 pianeti: Plutone, Saturno, Giove, Nettuno, Chirone, Urano e Marte. Quest’ultimo ha il suo moto retrogrado ogni 2 anni, quindi abbastanza raramente.

Ok, grazie cari amici pianeti … ora capisco perché tutte queste sensazioni che avevo pensato fossero risolte… tutte queste persone che dal passato ritornano a ripresentarsi e mi portano a quei momenti e mi caricano il presente con le vecchie emozioni.. ansia, paura, tristezza, inaccuratezza, piccolezza … insomma tutte cose che non pensavo fossero ancora presenti.

Grazie.

Perché ieri, oggi e domani potrebbero sembrare delle giornate stonate, difficili, dolorose.

Potrebbero sembrare esteriormente, per la mente, e per queste sensazioni dolorose che continuano a fluire.

E allora fluite…. Fatevi vedere…. Vi guardo…. Vi lascio andare….

Come il seme in fase di crescita, come il bruco che si sta trasformando, sento il dolore e la fatica della trasformazione.

Sento e accetto.

Osservo.

Una volta giudicavo tutte queste emozioni negative con lo stesso peso che porta la parola stessa n-e-g-a-t-i-v-i-t-à. Ci stavo male, e facevo le contorsioni da circo con tutte le mie conoscenze di elaborazione energetica acquisite negli anni: salvia bianca, balli sacri, preghiere, mantra, mudra, ritiri col pendolo, invocazioni, visualizzazioni, viaggi eterici, e chi più ne ha più ne metta.

Poi invece scopri con gli anni che queste faccende tornano a fare capolino per rimetterti in pista, quasi dicendo: dai vediamo come sei brava ora, visto che sei stata capace di lasciarci andare.

E ovviamente all’inizio ci rimani di m…. melkisedek, ecco (ormai cerco di portare parole nuove alle vecchie imprecazioni!), ma poi ti rendi conto che queste emozioni, queste persone, queste situazioni che paiono agli occhi esterni come delle afflizioni continue e pressanti, sono in realtà i tuoi maestri. Coloro che ti insegnano che stare qua significa anche stare con quelle situazioni o persone ma BENE. Bene nel senso, vediamo se riesco a spiegare a parole queste sensazioni: ci sta, il mio essere fisico accoglie nell’unità globale anche voi emozioni e sensazioni del passato, che è un tutto con il mio essere presente, e che risiede nella pienezza intera yin-yang di completezza.

Sono stata spiegata? 😛

Visto che fa figo e markettaro, le keywords o gli hashtags potrebbero essere:

Accogliere. Accettare. Gratitudine. Cuore.

E via che si va, si vola alto, e i pesi del passato si alleggeriscono perché li riconosciamo e li accettiamo con amore, per quello che sono oggi (maestri) e non per quello che sono stati (sofferenze).

Ritornare alla normalità

Chi poteva immaginarsi, un anno fa, che stare steso su un prato, o semplicemente seduto su una panchina di un parco pubblico, potesse essere una reale, vera, pura gioia?

Stiamo cominciando a capire che questi momenti, che prima consideravamo “normali”, non lo erano.

Erano in realta’ la vera nostra fonte di gioia.

Che tutto il resto, che prima consideravamo “importante”, non lo era per davvero. “Devo andare là…” “Mi aspettano qua…” “Devo fare questo o quello….” e scappavamo dall’incontro con la nostra parte interiore, per impegni più o meno importanti.

E invece, ora possiamo comprendere che sono proprio questi i momenti più importanti, quelli passati in totale libertà, quando ti puoi concedere il tuo tempo in connessione con la natura e con te stessa, te stesso. Solo con te. Ascoltando dentro il tuo cuore. Libero.

Non c’è niente di più importante infatti, se non rincontrarsi con la parte interiore che è dentro di noi.

Con tutti i suoi più e i suoi meno, fa niente, tutti li abbiamo, e sono questi che ci fanno ESSERI UNICI e stupendi!

Torneremo nei campi di fiori, a godere della bellezza della natura!

Ricordiamo le parole che Dio dice a Giosuè: non ti lascerò n’è ti abbandonerò. Sii forte e coraggioso (Giosuè 1, 5-6).

Il meglio deve ancora venire!

Da oggi adoro I martedì!

Per chi lavora Monday to Friday (da lunedi al venerdi) il martedì è una giornata da super noia… lontano è il weekend passato ormai, lunga è la settimana davanti con tutti gli impegni e doveri che incombono….

Ma da quando ho scoperto delle Fiamme di Dio, ovvero energie che fluiscono in particolare in determinate giornate della settimana…. martedì mi piace un sacco!

fiamme

Ho scoperto di queste fiamme e flussi energetici nei libri di Telos, di cui avevo scritto già del primo volume. Adoro questi libri, I messaggi arrivano al cuore e forniscono utili strumenti per il risveglio delle coscienze. Ci stanno aiutando su più fronti, davvero… bello rendersene conto.

Ed ecco quindi che in questi libri ad ogni fiamma corrisponde una meditazione.. che porta ad un tempio dedicato, dove si può ricaricarsi e rilasciare le proprie scorie … insomma un gran bel dono!

Viene caldamente consigliato di praticare queste meditazioni, che durano 15min circa (me le sono registrate io, col cellulare ormai c’è la possibilità…), ogni giorno… percui ogni giorno, mi sveglio, mi stiracchio, do da mangiare ai gattoni, e poi mi accocolo sul divano e mi metto la meditazione corrispondente al giorno e alla fiamma che è più potente in quella particolare giornata. Ebbene, oggi, martedì, ha preso un altro colore, nonostante il buio, il vento, la pioggia. Mi sono ricaricata dell’Amore Divino! Che dono!

E domani? Mercoledì… vedo di guarirmi qualche piccolo acciacco, che c’è sempre, con la Fiamma della Guarigione, visitando il Sacro Tempio di Giada a Telos…. gente, è meraviglioso…. e si sa, visitando con il proprio corpo eterico, I benefici sono tangibili, anche se non materiali, if you know what I mean 😉

Quindi: se non avete ancora comprato il libro Telos, vi consiglio di leggerlo… è meraviglioso, loro sono meravigliosi, e ci sono tanti doni che aspettano di essere aperti, anche prima di Natale!

E se qualcuno volesse le meditazioni, mi contatti, che ve le mando via whatsapp… che si fa prima!

Buona giornata, con la Fiamma di Amore di Dio! ❤