Cerchi l’amore

Come se una goccia d’acqua, chiedesse il mare…

Come se una pianta, chiedesse della terra…

Il fatto stesso di non ricordarsi della tua natura, del tuo essere, della tua costituzione non fisica, ti fa stare male…

Comprendi, a livello profondo, che esternamente a volte non senti, fai fatica…

Non senti quello che sei realmente, ovvero amore…

Chiedi amore?

Cerca dentro!

Chi cerca trova, e non è mai stato così facile da cercare… perché è dentro di te, barattolino di nutella 😉

Tu sei la nutella, tu sei quei cuori attivi, tu sei quella forza immateriale e potente che non si vede se non con il cuore!

Difficile da ricordare? Forse.

Abbracciati spesso.

Manda energia e amore nella forma più elevata che conosci alle tue cellule, ai tuoi muscoli, alle tua ossa, alla tua mente, ai tuoi organi, ai tuoi piedi, alle tue gambe, braccia, mani.

Ringraziali spesso.

Attraverso di loro puoi espletare il tuo compito in questo momento.

Vivere…

Ringrazia il tuo sorriso. Il tuo cuore. I tuoi occhi. Le tue lacrime.

Apprezzali come se fossero un bimbo da curare, un cucciolo di animale che necessita di latte, coccole e amore.

Tu sei quel cucciolo, tu sei quell’amore.

Ricordati.

Ricordati delle magie che puoi compiere allorquando SEI l’amore.

Tutto accade.

Facilmente.

E gioia e leggerezza diventano tuoi amici fedeli…

Questo è il tuo POTERE.

Ricordati del caso Amicizia. I Fratelli delle Stelle se ne sono dovuti andare proprio quando l’amore ha cominciato a scarseggiare tra i loro amici terrestri.

Perché L’AMORE È VITA, è ossigeno, non possiamo farne a meno… impossibile…

Fluisci, vivi l’amore, sentiti amore, TU SEI AMORE!!!!!

E sentendolo, vivendolo, mostrandolo anche e soprattutto dove manca, sani, guarisci, cresci e trasformi.

In una danza musicante cosmica con il tutto, che è in te, che si manifesta dentro e fuori, in ogni tempo, in ogni dimensione, in ogni realtà, in tutte le tue cellule, in tutto il tuo essere.

E abbondantemente, così come realmente sei, vivrai, nel tuo potere…

Vivere l’istante con l’amore sacro

Nella meditazione sento il tuo amore, Signore.

Sento quella vibrazione scorrere nelle braccia, lungo la colonna vertebrale, sale intorno alla testa.

Sento che sei in me.

Le barriere cedono.

L’illusione del distacco ha una fine.

Torno a casa.

È questione di un attimo, o di un tempo infinito.

In effetti, non interessa, passa in secondo piano.

Cessano le paure, i pensieri scimmia-style.

Sento pienezza. Sento calore. Sento estensione.

Calma.

Sei tu. Sei tu?

Sono io. Te in me. Il tutto cosmico.

E quando riapro gli occhi, e torno nel mio corpo solido, fatto di ossa, muscoli, nervi, dolori, cellule, casini.. si torna alla dura realtà della terza dimensione.

E ritorno a sentire l’ansia, la paura, la confusione, la scimmia riprende a urlare.

E allora penso: sarà meglio passare tutta la giornata a meditare, allora!

Si può?

Passare la giornata ad occhi chiusi?

Ma tu Signore sei in me. Mi reggi, mi sei vicino, mi conforti.

E quando sono in questo stato di perdita completa della serenità, in questa tempesta solitaria pazzesca, so che tu ti fai ancora più vicino, per darmi forza, energia, amore ancora e ancora di più.

Ho compreso Signore che sono qui per crescere. In effetti mi sento bimbetta di qualche anno, coi codini e i denti da latte. Ma mi sento anche che non sono sola. Anche se non vedo bene so che ci sono i miei angeli, le mie guide e anche maestri e maestre ascesi. Chissà, un giorno il mio terzo occhio si riaprirà pienamente e allora potrò magnificare il mio essere con queste visioni.

Attendo con fiducia, se è per il mio bene supremo.

Grazie di darmi questa possibilità, fatta di qualche istante infinito, di sentirti pulsare in questo amore fecondo che sei tu, Signore: amore eterno in tutti noi…

Chiudo gli occhi nuovamente. Nuovamente ti sento. Riapro gli occhi e… la magica sensazione di amore pieno e intenso continua!

E un nuovo impeto nasce: vivere ogni singolo istante in questo amore generoso come un fiume fresco di montagna.

Ogni pensiero, gesto, parola possa nascere e fluire da questa ondata carica di meravigliosa e intensa fluidità colorata di amore.

Così sia.

Guarendo la collettività

Ieri ho incontrato degli amici di percorso di guarigione..

Di quelli con il quale si è condiviso un percorso profondo, con una pratica antica e potente, ma che è terminata tempo fa.

Ogni tanto, con qualcuno, riusciamo ad incontrarci e condividiamo i nostri cammini.

Ed è stato piacevole e sbalorditivo allo stesso tempo notare come tutti stiamo percorrendo percorsi paralleli, alternativi, diversi ma verso una meta comune: la nostra guarigione, la nostra crescita interiore.

Chi con la meditazione vipassana, chi seguendo la medicina steineriana, l’arte, la biodanza, la musica… c’è così tanto! Ed è tutto in risonanza con il singolo, ed è tutto efficace!

Ma quello che più mi ha fatto pensare, è che stiamo TUTTI processando TANTO, tantissimo dolore, emozioni, traumi, etc. etc. NON SOLO PER NOI, ma anche e soprattutto per la COLLETTIVITA’.

Affrontiamo la realtà.

L’80% delle persone che abitano questo pianeta non pratica nulla di tutto ciò che si parla in questo piccolo blog, per esempio. Non si rende conto dell’infinita connessione che esiste tra ognuno di noi, che siamo esseri fatti di energia prima di tutto, e siamo esseri divini.

L’80% della popolazione preferisce ubriacarsi, drogarsi, prendere pillole, vedere telenovele, piuttosto che affrontare la dura realtà, piuttosto che vedere in faccia i propri demoni e starci di fronte senza scappare.

Non sto giudicando, visto che ci sono passata anche io, come tutti immagino.

Ma siamo giunti ad un punto di svolta dove questo pianeta è chiamato all’ASCENSIONE alla QUINTA DIMENSIONE, e per far ciò ci siamo incarnati 20/30/40/50 anni fa per arrivare in questi anni ed essere degli OPERATORI DI LUCE, ovvero persone che si stanno facendo uno stramazzo galattico per ripulire karma, traumi, ed energie negative in generale.

Una standing ovation per tutti, davvero.

Perchè sì, ogni volta che lavoriamo su di noi stessi, non solo lavoriamo sulla nostra famiglia, ma sull’intera collettività. Se oggi lavoro sull’ansia, sto lavorando per TUTTE quelle persone che soffrono di ansia. Se vado in giro ed emano la mia energia, che emana naturalmente e continuamente, chiunque venga in contatto con me la riceverà, consapevole o meno che sia.

Quindi… wow. Che grande lavoro che stiamo facendo.

Continuamo, con umiltà, persistenza, forza, coraggio, unione.

Sapendo che non siamo soli, siamo tanti, siamo forti, e l’ascensione del pianeta è prossima!