Ci basta essere l’1%

Le coincidenze non esistono.

PUNTO.

Annoiata, vado su Prime Video (quello di Amazon) e mi prende un film dal titolo interessante: “Close Encounters of the Fifth Kind: Contact Has Begun”.

Parla dei Fratelli delle Stelle, cosidetti UFO, ET, Fratelli Galattici, insomma dategli il nome che vi pare (ma se non mi sbaglio di tutti i nomi non gli piace per niente essere chiamati ET, quindi rispettiamoli!).

Parla di come i governi siano a conoscenza della loro esistenza e di come li stiano contrastando da oltre 50 anni nonostante le loro intenzioni siano le più nobili ed alte mai viste qui sul pianeta Terra, se non attraverso gente del calibro di Gandhi, Buddha, Gesù…

Addirittura, i nostri governi li vedono come una minaccia, percui il tentativo di contrastarli, sia militarmente (e parte una gran risata da pubblico di Zelig) sia “socialmente”, e qui Hollywood ha giocato un ruolo fondamentale a metterci in testa di quanto brutti e cattivi possano essere.

Menzogne, chiaro, con fine manipolatorio, altrettanto cristallino.

Ma ragioniamo: se mai ci fosse un interesse a distruggerci (che poi ci stiamo pensando per benino noi da quando giochiamo a chi ha la bomba atomica più grossa), non lo avrebbero già fatto?

Vabbè, fino a qua, niente di nuovo.

Il tipo che parla in questo film documentario ne sa, e parecchio. Un tale Dr. Steven Greed.

Comincia a parlare di coscienza, oltre che di fisica quantistica, e di come possiamo contattarli. Lui è da anni che li contatta, fotografa, e via dicendo. Infatti ci sono miriadi di video di vari dischi e altre robe strane nei cieli, oltre che i famosi cerchi nel grano.

E anche fino a qui, niente di nuovo.

Comincia a parlare poi di dimensioni. Loro sono ovviamente esseri avanti miliardi di luce rispetto a noi, non solo tecnologicamente ma anche a livello di evoluzione spirituale.

Loro sono esseri che VIVONO le più alte dimensioni, anche ben oltre la quinta.

Bellissimo quindi considerare che tutto il lavoro che stiamo facendo per aumentare le nostre frequenze e ancorarci finalmente alla 5D, per lasciare la 3D materiale che ben conosciamo, sia anche funzionale per ESSERE con loro, viaggiando con il nostro corpo astrale.

Come?

MEDITAZIONE, baby………. That is the key!!! La parola magica!!!!!!!

E ovviamente, tutto quello che c’è a contorno: pensieri positivi, lavoro sulle ombre, sgancio dai traumi di 3D.

Ok, non è roba di poca cosa, ma ci siamo imbarcati ormai su questo tragitto, INSIEME.

E’ possibile.

Un ultimo punto interessante: il Doc cita uno studio sull’argomento  coscienza / consapevolezza / potere collettivo. Cita questo studio che in una città di 200.000 abitanti sono stati selezionati 2000 individui, quindi l’1% di quella popolazione, e sono stati richiesti di praticare meditazione. Non so per quanto o che tipo, ma chissenefrega. Il risultato è quello che conta: diminuzione della criminalità, incidenti, o robe del genere negative. Ovvero incremento delle vibrazioni dell’intera collettività!

Quindi, per far sì che finalmente si compia l’ASCENSIONE del nostro pianeta, e dire addio a tutto quello che è malato di questa società, ci basta raggiungere quella minima piccolissima percentuale! Che corrisponde a circa 75 milioni di persone…….

Fai parte di questo numero già??? Io credo, spero ardentemente, di sì!!!

L’effetto entanglement poi darà l’effetto tsunami al resto delle anime che sono pronte per il risveglio!

E via che si parte poi con la giostra più bella mai vista in qualsiasi vita abbiamo vissuto (almeno qua, sulla Terra 😉)

Gioiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa ❤

Risvegliati e scorri!

Ho appena terminato di guardare dei video bellissimi sulla legge di attrazione e in generale il risveglio spirituale che è in atto in ognuno di noi. Ripropongo quindi i pensieri e concetti che maggiormente mi hanno colpito e che spero di contribuire a diffondere.

  • Primo: questa evoluzione spirituale a cui noi tutti (credo) stiamo puntando e lavorando, passettino dopo passettino, nasce da un evento semplice, quanto difficile da attuare: accorgersi delle proprie mancanze, o volgarmente difetti.

Questo, tra l’altro, vedi la coincidenza, è un esercizio descritto nel libro Penso Positivo di Giuditta Dembech che consiglia, ogni sera prima di addormentarsi, di chiedersi cosa si è fatto/detto che poteva essere fatto/detto in modo diverso, analizzando a ritroso la giornata cercando di capire dove potevamo dare di più, fare meglio… In questo modo, via via che si fa questo esercizio si dovrebbero delineare le nostre mancanze… Da stasera lo provo!

Su questa onda, una frase mi ha colpito:
E’ MEGLIO ESSERE OTTIMISTA ED AVERE TORTO, CHE ESSERE PESSIMISTA ED AVERE RAGIONE.

  • Secondo: si enfatizza l’importanza e il potere della GRATITUDINE e del SORRISO. Altro compitino da fare, sempre tra di noi, nel nostro lettino, ma la mattina questa volta, è ringraziare e farlo anche col sorriso. Si emana una vibrazione di luce che ci ritorna magnificata! Oltretutto, aggiungo io, il sorriso è da elargire in quantità spropositate durante la giornata, a chiunque, in qualsiasi situazione, soprattutto la più difficile ed imbarazzante!
  • Terzo: il risparmio genera povertà (diverso da parsimonia). Scoprire che risparmiare 5 centesimi sulle zucchine mi faccia diventare povera, devo dire che mi ha colpito assai. Come anche dire “Questo costa troppo” lancia un messaggio subliminale al nostro inconscio che spinge verso la povertà. Se costa, c’è un perchè, e se tu non lo compri, è perchè non ne hai bisogno, non perchè è caro, altrimenti lo compreresti, viene detto…
  • Quarto: dire “non me lo merito” dovrebbe essere cancellato dal nostro vocabolario. No no no.Sempre su questo ambito: non bisogna pensare a ciò che NON si vuole, piuttosto occorre PENSARE A CIO’ CHE SI VUOLE. Qui la Legge di Attrazione è @ work (in funzione).
  • Quinto: auto-affermazione super carina: “Faccio cose che mi fanno EVOLVERE”.
  • Sesto: e questo mi ha colpito perchè lo sento spesso, anche da gente che consideravo in modo positivo… Dire “sono circondato da gente brutta, perfida, maligna” equivale a dire che io sono brutto, perfido e maligno. Vale la legge dello specchio (così l’han chiamata). Mamma mia. Freud @ work.
  • Settimo: dimentichiamo i paragoni. Se io ho quello che ho in questo momento, è perchè quello che ho mi serve per compiere il mio scopo divino. Così vale per gli altri. Dimentichiamoci dell’invidia.
  • Ottavo: se ti rubano un oggetto, augura il bene al ladro. PERDONALO. Anche il perdono ha un potere immenso.

Ci ricorderemo di tutti questi (pochi, se consideriamo la vastità) consigli per incamminarci, passettino dopo passettino, verso il cammino spirituale?

Almeno proviamoci!!!!

Buona giornata a tutti!