Ora è più facile creare la realtà…

Ladies & Gentlemen, may I have your attention please?

Occhio ragazzi, se già prima sapevamo che pensieri e parole si manifestano, ora lo fanno in maniera super veloce, quindi occhio a quello che pensiamo, e soprattutto a quello che diciamo.

Stiamo realmente contribuendo ad aumentare la frequenza della Terra, queste frequenze così alte ci inducono ad una maggiore spiritualità (alleluia!), e quindi più facilità a creare la realtà … in questo period dobbiamo stare molto attenti e evitare di creare karma negative perchè a seguito di queste alte frequenze ci fanno ottenere più velocemente quello che magari non desideriamo.  

Tutto crea karma, anche le parole, quindi attenzione massima alle parole che usiamo … da oggi in poi.

Se siamo abituati ad arrabbiarci, via da meeeeeee …. non dico di diventare  dei santi, ma di considerare le conseguenze (legge di causa-effetto = karma) a livello energetico spirituale della rabbia, o in generale di qualsiasi emozione negativa (ansia, preoccupazione, tristezza…) 

Mettiamocelo come obiettivo quotidiano, e poi facciamolo diventare un’abitudine.

Da oggi dobbiamo risplendere al Massimo, come mai prima d’ora. Dobbiamo impegnarci, e sembra che gli avvenimenti cosmici ci stiano aiutando particolarmente (vedi la Risonanza di Schumann che al 7/7 ha registrato un picco mai visto prima di 110Hz! Qui maggiori info…)

Quindi, repetuta iuvant…. AMORE A TUTTE LE PERSONE CHE INCONTRATE, AMORE A TUTTA LA TERRA, AMORE A VOI STESSI IN PRIMIS OVVIAMENTE, dai che ce la facciamo, stiamo facendo un balzo quantico storico mai visto nell’Universo, L’AMORE è LA VERA ENERGIA, solo con l’AMORE E AMANDOCI come insegna il Cristo, Budda, Gandhi, Madre Teresa di Calcutta, Martin Luther King, Mandela …. e chissà quanti altri, possiamo fare la differenza.

Mandiamo amore soprattutto a chi dimostra di averne più bisogno! Chi odia! Chi è triste! Chi soffre! Chi è antipatico! Immaginiamo di inviare un immenso  cuore di amore dal nostro verso ogni persona che incrociamo!  PURO AMORE INCONDIZIONATO!

E soprattutto rimaniamo POSITIVI…… vuoi per forza vedere la televisione? Scegli qualcosa di carino, non dico intelligente, ma non mettere il tg mentre mangi, per favore….    

A corollario di tutto questo vi lascio un video di una ragazza, radiestesista, che spiega questo cambiamento in atto.

A noi la scelta..

Durante queste vacanze natalizie sono stata in Sicilia, dalla famiglia di mio padre, tutti zii e cugini di primo grado. Mai fatto, quindi mi attendevo degli scossoni, ben consapevole che la famiglia del mulino bianco manco alla tv si sarebbe fatta vedere.. Non solo tra gli zii, non solo tra i cugini sono uscite “robettine”, ma anche tra me e le mie sorelle sono usciti, diciamo, macigni. Olè! Il 2016 ci dona anche questo..

Tematica: il giudizio da una parte, la rabbia dall’altra (oltre a varie ed eventuali sfumature, grige, blu, gialle, nere… e chi più ne ha più ne metta, che tralascio …). Ma qui voglio concentrarmi sulla prima, il giudizio, perchè sto leggendo in più parti, da più fonti, di questo argomento, e sento che lo voglio condividere.

Se ormai è chiaro, o almeno spero, che ciò che ci dà fastidio dell’altra persona è un’ombra nostra (è chiaro o no?!?), percui se l’altra/o mi urta con il suo menefreghismo, la sua aggressività, il suo ego, arroganza, etc. etc. … bene questa è anche roba MIA che io NON VOGLIO vedere, e che rifletto ben benino su di lei/lui perchè la mente gioca con la realtà, ed è anche più facile sbolognarsi dei propri fardelli addossandoli sugli altri…

… bene, se questo concetto base, ci fosse ben bene arrivato nella nostra consapevolezza, e fossimo davvero chiari con noi stessi ognivolta che abbiamo un fastidio o anche solo un pruritino nei confronti di chiunque (non voglio neanche sottolineare quanto importante sia se questo fastidio coinvolga un parente… KARMA FAMILIARE DA RIPULIRE vieni a meeeeeeeee!!!!!!!) ….

… benissimo, allora ci aggiungiamo che piuttosto che GIUDICARE l’altra persona, perchè è falsa, o perchè è stronza, o perchè è malata, o .. il peggio che fa, non interessa… invece di giudicare, possiamo PREGARE. Per questa persona, per il nostro rapporto, per le ombre che stanno uscendo, ed hanno bisogno di essere riequilibrate, risanate, ripulite.

Ovvio, condizione sine qua non, come sempre, è che lo vogliamo. Ovvero, che vogliamo mettere a posto tutta questa situazione, questo rapporto, ed infine NOI! perchè questo è! Noi vogliamo stare bene! Noi in primis! Mica per l’altra persona… un pò come quando si perdona… non perdono perchè l’altra persona se lo merita, ma perchè IO VOGLIO stare bene, e solo perdonando posso ottenerlo.

Stesso concetto qui: giudichi, e allora separi, ti rimandi nella dualità, stai nella matrix, stai al gioco del vecchio. Ci sta come equazione, no? La conosciamo tutti, mi pare… ci siamo cascati parecchie volte, ehhhhh…. (la sottoscritta in primis)!

E’ vero, subisci l’aggressività, i torti dell’altro, ed è difficile lasciare andare, mandare giù, sopportare, essere paziente, mandare luce, soprattutto dopo tutti i faticosi lavori di rilasci, dopo questo anno così pesante, basta non ce la si fa più!!

Bene, non dimentichiamoci del più potente strumento che abbiamo a disposizione:

LA PREGHIERA

che associata alla volontà fa una bomba, sì di amore.

Come sempre, a noi la sceltawow.

Un esempio di debito karmico?

Vorrei raccontare di un fatto che mi è successo e che penso si ricolleghi in qualche modo al karma e a come funzioni… chiedo anche conferma a voi per capirne le evoluzioni..

Gli eventi: circa un mese fa il mio compagno (non italiano) mi dice che la sua mamma ci verrà a visitare, prima volta in assoluto che esce dal suo paese, nonchè prima volta che prende l’aereo, nonchè prima volta che visita il figlio. Immaginate l’emozione del mio compagno, quasi gli mancava la coda tutta scodinzolante per la gioia!

Gli chiedo che intende fare, e propongo di andare a visitare dei posti che non abbiamo mai visto, e che mi interessano. MI. Lui invece vuole portarla nella classica Venezia che abbiamo visitato innumerevoli volte in tutte le salse. E lì insorgo, obietto, insomma mi metto di traverso e arrivo a dirgli “vai tu, io non vengo!”. Tiè, con fare molto bimba-rompina-antipatica.

Giorni dopo, mi esce la voglia di comprare dei biglietti per la Scala di Milano. Ho scoperto infatti che andare a vedere Verdi o altre sinfonie non costa l’espianto di un rene, anzi. Se volete questo è il sito, si paga con carta di credito e sembra semplice e facile da usare. Però non fate come la sottoscritta, che in balia della gioia ha in 15 minuti acquistato biglietti per 3 eventi diversi.

E qui, in questo momento, credo sia avvenuto quel qualcosa di karmico che mi ha fatto ripagare in qualche modo la mia reazione fanciullesca-indispettita di qualche giorno prima.

Propongo al mio compagno di portare la mamma alla Scala, quindi ben pensando di allontanare l’idea Venezia. La Scala, caspita, una bellezza tutta italiana, poi la musica di Vivaldi col le 4 stagioni… e lui accetta coivolto! Contentissima, compro.

………
Giorni dopo, mi accorgo che questo evento non avviene alla scala, bensì ……..

………….. indovinate dove?

Non ci vuole molta immaginazione, nè posso ostentare molta suspance perchè in effetti la città era la tanto rifiutata Venezia!

Lì per lì ho visto viola, ho cercato di cancellare l’evento, il rimborso dei biglietti, ma niente.

Ora mi fa ridere, davvero…. perchè è stato come auto-punirmi inconsapevolmente, tant’è vero che non solo siamo andati a Venezia ma mi sono pure presa un giorno di ferie per questo (cosa che aberravo al solo pensiero)!

Ora ripensandoci con calma e introspezione, credo sia successo qualcosa di karmico, perchè non penso che mi sono imbattuta “casualmente” a comprare quei biglietti per un evento che doveva tenersi proprio in quella città ed in quel specifico giorno! Addirittura sono venuta a pensare a “qualcuno” / “qualcosa” che ha seguito la situazione e mi abbia in qualche modo portata all’errore, o tale, per imparare una paio di lezioni:

  1. sull’esistenza del karma e i suoi effetti
  2. non pensare sempre e prima di tutto a me stessa, egoisticamente

Cosa ne pensate?

Poi il fine settimana (appena passato) è andato benissimo: ho visto il concerto a Venezia con l’acqua alta (una fotina qui sotto per mostrare com’era)! Cosa per me nuova, visitato la basilica di San Marco che non avevo mai visto (bellissima…. tutta d’oro, conferma che in Italia ci sono innumerevoli meraviglie indescrivibili…) e sentito forti vibrazioni vicino alla tomba del Santo! Ma di questo spero ne parlerò più avanti…