Manifesto I miei desideri

L’inverno scorso ho ricevuto una “brutta” notizia: dovevo lasciare il mio appartamento dove ho vissuto negli ultimi 5 anni! Ok, prendo la palla al volo e concordo con questa opportunità che l’universo mi manda per cambiare, in qualche modo, vita.

2 anni fa ho fatto un corso. Non credo sia molto conosciuto, e forse il nome può dare fraintendimenti, in giro per internet si trova di tutto… Psicodinamica. In poche parole, educare la propria mente, e portarla a fare ciò che tu vuoi realmente, non lasciare che il cavallo pazzo (la mente) vada avanti così come l’ho abituata per 40 anni!

Ebbene, uno dei principi cardine che mi sono stati insegnati è di ripetere il desiderio per 21 giorni. Niente di nuovo, eh?

Ma al desiderio, quando lo pensi, devi aggiungerci l’EMOZIONE che ti porta il raggiungimento di quel desiderio. Cosa provi? Come ti senti? Euforico? Gioioso? Felice? Ecco… vediti così, sentiti così, e il futuro si anticipa… insomma lo richiami più in fretta.

E allora ho cominciato a cercare casa.  E mi vedevo che quando entravo nella casa… dicevo, sì è questa! senza esitazioni… contemporaneamente ho fatto una lunga lista dei “must have” che doveva avere, e sono stata mooolto esigente. La lista era molto precisa, aveva anche la data di entrata nel nuovo appartamento.

Ora, sarà che sono poco allenata ad allenare la mia mente, sarà che l’Universo ci ha messo I suoi tempi, sarà che nel subconscio io pensavo di metterci 3 mesi (ops!) … insomma, entro la data stabilita ho trovato una supercasa che ogni giorno che entro, mi sveglio e vivo, ringrazio tutti I santi del firmamento! Non è stata una passeggiata, lo ammetto, ho passato 3 mesi cercando, ed ogni volta non era quella giusta. Ma sapevo che arrivava, e continuavo a visualizzarmi con quella visione: che entravo e dicevo: si è lei, con la felicità nel cuore!

La tecnica è chiara: sii chiaro con cio’ che desideri, senti le emozioni che proverai all’ottenimento, e questo si manifesterà velocemente. Fallo tutti I giorni, ringrazia già per averlo ottenuto. E questo si manifesterà. Ovvio, in base al desiderio, diamo tempo all’Universo di preparare la strada… e se è per il mio massimo bene, questo arriverà, e anche in anticipo. Come la mia nuova casa, arrivata con una settimana di anticipo rispetto alla data che avevo richiesto! E con molto, ma molto di più di quello che avevo messo sulla lista…. L’Universo, il nostro Padre Creatore, è così … ci ama e vuole solo il meglio per noi, e se noi capiamo come rapportarci a lui, è più semplice la vita.

Ultima cosa: ho un audio libro che parla di queste tecniche, chi le volesse mi scriva a acqu2012@gmail.com.

Mandare luce a chi è in difficoltà

Mi è successa una coincidenza particolare in vacanza, che infine mi ha insegnato una cosa che ci tenevo a condividere.

Aereo. Primissima fila, quella davanti alle hostess. Io da una parte, la mia amica dall’altra. C’erano, 2 ragazzi, uomo e donna, verso il centro, e chiedo a lui, se potevo sedermi al centro per stare vicino alla mia amica, mentre lui si sarebbe messo al finestrino, che solitamente è il più ambito.

Mi guarda, e con fare arrogante mi risponde: “no, anche perchè quello è scomodo!”. In effetti, per lui che era alto non era il miglior posto, ma perchè rispondermi cosi?

Io, sorpresa dalla risposta secca, per nulla cortese, mi scuso e mi siedo.

I 2 erano una coppia, e .. particolare. Molto eccentrici, pieni di gadget costosi. Lei a un certo punto si è messa a fare le unghie, e nonostante le hostess le avessero detto che non si poteva in quanto qualcuno poteva non apprezzare l’odore dello smalto, quella ha continuato. Insomma, per niente simpatica.

Al ritorno, c’erano anche loro in fila, stesso aereo, e mica era un volo charter. La mia amica mi prende in giro, “guarda i tuoi amici.. vediamo se capiti ancora vicina a loro!”. Mi siedo, dietro, ma a un certo punto, prima di decollare, la hostess si avvicina a me e mi chiede se mi posso spostare per far stare vicina una nonna a una figlia con bimbo. E dove mi siedo? Stesso posto dell’andata, vicino alla coppia!

Che coincidenza strana, mi dico…

Non ci penso, mi metto le cuffiette e ascolto musica rilassante, musica sacra, ne ho tanta nel mio cellulare.

Verso la fine del viaggio, mi viene sete, gola secca, e mi prendo una caramella al miele.

Sento una vocina: dagliela anche a lei.

Eh?

Ma anche no! Penso… sempre tutta boriosa quella..

Ripete: daglila anche a lei. E penso: ma sì.. tanto rifiuta!

E allora tolgo le cuffiette, la guardo, le sorrido, e le chiedo se vuole una caramella. Beh, ha accettato, ha sorriso, e i suoi occhi sono diventati due cuori.

A scendere dall’aereo, lui mi ha fatto passare, cosa che non ha invece fatto all’andata.

Insomma… la morale che questo fatto mi ha insegnato è che BISOGNA DARE E FARE DEL BENE soprattutto a quelle persone più antipatiche che incontriamo PERCHE’ SONO QUELLE CHE NE HANNO PIU’ BISOGNO!

Difatti se ci pensiamo, se noi siamo infelici, ce l’avremo col mondo intero, pure con gli estranei che ci chiedono un piccolo favore! Ed è quindi compito nostro, che siamo consapevoli di questo, di portare tanta luce e amore a tutte quelle persone che invece sono in difficoltà ed esprimono la loro sofferenza attraverso sgarbatezza, maleducazione, arroganza.

E’ dura, non dico questo. Ma quando lo si fa… ci si sente davvero bene.

E se leggete i testi dei Maestri, degli Angeli.. dicono che il nostro fare e dare del bene, incondizionatamente, ha un valore fortissimo per noi stessi e per il tutto! Il fare del bene, ci torna, ci torna moltiplicato all’infinito!

Sento che quel giorno ho piantato un piccolo semino di bene in quella coppia. E spero che frutterà tanto amore e bene ad effetto domino!

Buon weekend di Luce e Amore ❤ Andiamo a piantare semini di amore dovunque.. soprattutto nei cuori aridi.

Acquario2012

 

 

 

 

 

Effetto specchio

effetto-specchio

Mi ricollego a questo interessante articolo pubblicato su Cammina Nel Sole, e voglio esporre un esempio pratico di quello che mi è successo a me… toh! giusto ieri.

Ero a lezione di yoga, mi trovo benissimo con le persone del corso, tutte tranne una. Un donnone, energia maschile a go-go, aggressiva, irriverente, a me profondamente antipatica, a fatica ci salutiamo. Dove stendo il mio tappetino? Senza saperlo, di fianco a lei.. 😀 vabbbbenee…. lavoriamoci su, penso io, notando la casualità.

Dopo la lezione di yoga, a casa, mi accingo a iniziare I miei lavori serali, e chiedo al mio Sè Superiore di farmi arrivare alla mia consapevolezza cosciente, cosa è necessario per me lavorare, cosa devo lasciare andare questa sera.

Bene, mi esce… prima la sua imagine, di questa ragazza, poi … la sua aggressività… che è latente e nasce dalla sofferenza…. e che poi è anche la mia.

Mi sono sentita dispiaciuta per averla giudicata, ma il senso del discorso qui è un altro, che poi è spiegato benissimo nell’articolo che ho proposto: semplicemente quello che rimandiamo verso altri, è una nostra ombra. Accorgercene, ovvero portarlo a consapevolezza cosciente, è tanta roba. Solo così ce ne possiamo disfare, ed al suo posto far entrare l’amore incondizionato, la compassione, la luce.

Duro lavoro, lo so… ma necessario.

Cambia te stesso,e cambierai il mondo, diceva qualcuno di grande. Ora, non so se dalla prossima volta mi sentirò più o meno a mio agio con questa ragazza, non so se anche lei sentirà che qualcosa è cambiato in noi, ma so che un altro tassello del puzzle di complicazioni e ombre… l’ho sfaldato.

Ringrazio lei e il mio Sè Superiore, e me stessa per la mia volontà di riconettermi alla mia vera essenza. L’Amore Incondizionato per tutto e tutti, anche per le mie ombre che si specchiano, così generosamente, in altre persone..