Cambia te stesso, e cambi il mondo

Quante volte lo abbiamo letto, sentito e risentito?

Nel mio piccolo, voglio portare la mia testimonianza di questa verità.

Come ci sono arrivata… spiegarlo non è semplice.

Contesto: il lavoro, l’ufficio, le relazioni con amici / colleghi, la gestione della routine quotidiana, la frustrazione di sentirsi in gabbia, di avere molto di più da fare / dare.

Era il 2016 e mi sentivo in catene. Contemporaneamente, tutto ciò che era l’ufficio mi rimandava a qualcosa di negativo: le persone, le attività che svolgevo, il tempo si fermava e mi sentivo soffocare. Ogni giorno arrivavo in ufficio chiedendo la protezione di San Michele, mi bardavo di pietre di protezione, recitavo mantra… Avrei potuto fare una lista di metodi per proteggersi, anzi avevo già il post pronto. Ma non servono…

Conseguenza: uno stato pessimo mi ha accompagnato per un anno. Il 2016 è stato durissimo, anche per questo.

Il 2017 è iniziato con un out-out da parte del mio capo. O cambi, o sei fuori. Anche lui, austero e freddo manager, si era accorto della mia chiusura e addirittura all’incontro annuale di fine anno, mi aveva scritto: “Deve essere più positiva”. Che smacco! A me… che da anni contemplo la legge dell’attrazione, il pensiero positivo, e tutto il resto che viene.

Da lì, da quel portare consapevolezza a questi avvenimenti, sia interiori che esteriori, qualcosa è cambiato.

Complice una vacanza solitaria in mezzo alla natura, agli animali, mi sono riconnessa. Tornata al grigiore dell’ufficio, alla negatività dei colleghi, alle basse energie della città, ho cambiato qualcosa DENTRO. Innanzitutto, chiedendo perdono ai colleghi che non avevo compreso, o che avevano fatto da specchio alle mie innumerevoli mancanze, che non avevo voluto cocciutamente vedere per oltre un anno.

Poi ho cominciato ad apprezzare la singola attività che svolgevo, ripetutamente, ogni giorno.

Ho cominciato a scrivere ogni giorno su un’agendina 3 cose di cui essere grata. Anche quando la giornata era stata “banale” le cose saltavano fuori.. che sia il cibo mangiato, il tramonto visto, il guadagno di una giornata di lavoro, la serenità vissuta.

Mese dopo mese mi sono accorta che… stavo meglio.

Magia?

La consapevolezza del grande cambiamento interiore mi è venuta confrontandomi con un’amica. I classici incontri davanti ad una bibita a fare il resoconto della propria vita. Lei era rimasta alle mie continue lamentele riguardo alla quotidianità in ufficio. Con sorpresa, la aggiorno sul cambiamento. “E cosa è cambiato in ufficio? Svolgi nuove attività?” … no … semplicemente credo di essere cambiata dentro … Come, cosa, perchè, non so spiegare bene, ma esternamente è tutto uguale. SONO CAMBIATA IO.

E ora non chiedo più protezione, perchè so che non serve.

Ora mi rendo conto, nella realtà, oltre che sui libri, che sono io che mando fuori quello che ho dentro. Non più frustrazione, emozioni negative, pessimismo, lamentela. Ma gioia, serenità, amore, anche se gli altri non sono cambiati, anche se la routine è sempre la stessa. Ho messo in pratica ciò che ho letto per anni. E si sta…. DIVINAMENTE!

Come ho riportato ultimamente, contemporaneamente, mi sono avvicinata molto alla preghiera e alla parola di Gesù. Mi sono resa conto che lui, 2000 anni fa, enunciava gli stessi concetti di fratellanza, amore, perdono, misericordia, qui e ora, che si leggono nei tanti libri sull’argomento risveglio (molti dei quali di fede atea o buddista o quant’altro, ma comunque contrari alla fede cattolica). Chi meglio di lui ci può accompagnare, allora, in questa fase? Consiglio vivamente di avvicinarsi a lui, ascoltando il vangelo disponibile su youtube, e ricordarsi che il singolo prete, alla comunione, si trasforma in lui, e si spoglia del suo ego e delle sue brutture umane. A proposito: la comunione vale come un grandissimo e potentissimo rituale che può purificare e aiutare per qualsiasi problema… disponibile ovunque e gratis! Che vogliamo di più??? Solitamente, i vari “cerchi sciamanici”, “gruppi di meditazione”, “gruppi di guarigione energetica”, “attivazioni reiki” e chi più ne ha ne metta, sono cari come l’oro (quando non dovrebbe essere così.. visto che chi li pratica dovrebbe aver ottenuto quel tal potere gratuitamente… dallo Spirito!). Ognuno faccia le sue scelte. Io propongo la mia testimonianza, e poi .. chi ha orecchie intenda 😉

Infine, mi sento di dire che mica sono arrivata! Ancora ho da lavorare, lavare via da me vecchie attitudini e schemi mentali. Il viaggio di risveglio che stiamo compiendo e un lavoro work-in-progress costante, lungo una vita, ma credo l’importante sia cominciare da qualche parte.

Felicità e soldi

​​Qual’è lo scopo della vita? Grande e complicata domanda… e forse la risposta è la più semplice: la felicità.

Che centrano i soldi in tutto questo? Ebbene, se non ci sono loro.. a meno che tu non sia un contadino che vive di autosussistenza nel tuo bel piccolo mondo lontano dalla mondanità e quotidianità cittadina, allora sarà proprio difficile trovare l’equilibrio che ti serve per arrivare alla felicità.

Scala di Marlow. Qualcuno ne ha mai sentito parlare? Se non prima non abbiamo corrisposto ai nostri bisogni fisiologici (mangiare, bere, dormire, etc.) non potremo trovare la serenità per raggiungere altri bisogni, come ad esempio quelli meno materiali (sociali, autorealizzazione, amore, stima, figurati spirituali).
Ecco, mi pare che ci stia il collegamento.. soldi e felicità.
Ma non concludiamo tutto a questo, bieco, accostamento.
Facciamo un passo indietro.
Se guardo alla scala di Marlow posso posizionarmi in alto, credo, grazie a tanti tanti tanti aiuti che l’Universo mi ha mandato (e ci metto oltre che agli aiuti dei Maestri e degli Angeli e Arcangeli, anche la mia determinazione, l’impegno, gli anni di studi, lo sforzo fisico che faccio tutti I giorni nel fare yoga e  taichi, oltre che svegliarmi alle 5.30 ogni giorno, la dieta che seguo costantemente che contribuisce alla mia salute, l’attenzione a tutto ciò che è naturale e che mi può far star bene a livello fisico e spiritual, il mio desiderio di cercare positività, energia, alte vibrazioni… – scusate la precisazione, ma ci tengo a sottolineare che nulla piove dal cielo, senza il nostro impegno e volontà!).
Non posso dire lo stesso di alcune persone care che mi sono vicine. Problemi di soldi, problemi di soldi. I messaggi degli Angeli sono sempre gli stessi, di rimanere positivi, ma come, ma come!??! Di fare… ma cosa, ma cosa, ma cosa, ma cosa?!?!?
Anche vedendo il film The Secret, nonostante il grande aiuto momentaneo ricevuto, non c’è stato un grande cambiamento. Ma uffi, ma come… e si torna nel burrone del pessimismo, rapidissimamente, manco si ricordano gli obiettivi raggiunti prima. E gli Angeli, io me li immagino, lì vicino che si disperano, ma nooo tranquilla tranquilla..
Ed ecco che mi arriva il libro di Emmanuel Dagher. Ragazzi… è un DONO DIVINO questo ragazzo. So che ci stanno lavorando a tradurre il suo libro, e ci vorrà un pò di tempo immagino anche a farlo conoscere. Quanto ci ha messo la Doreen ad arrivare in Italia? Bho, forse troppo… e lui… deve correre qui!
E’… incredibile. La sua storia e I suoi insegnamenti. Se parlate inglese vi consiglio di correre su Amazon e prendere il suo libro “Easy Breezy Prosperity”. Parla di come incrementare la prosperità nella propria vita, e parte dalla FELICITA’ e dai SOLDI. Ho detto parte, ma non termina a quello, perchè la prosperità non si ferma a quello. E’ però necessaria per ottenerne altra, in abbondanza (di pace, serenità, sicurezza, indipendenza, amore, amicizia, e chissà quant’altra prosperità si possa ambire).
E’ un ragazzo giovane.. immagino che sia nato negli anni 80. Ma nonostante la sua età ha un’esperienza e una gioia nel condividere le sue conoscenze stupende. Le parole non descrivono bene. La sua storia è da brividi: nato in Libano durante la Guerra civile, è vissuto con la madre in un convento nascosto dalle bombe, dagli spari, dai carri armati, vivendo di solo pane e acqua per 7 anni. Descrive come sia riuscito a mantenersi positivo, immaginando un futuro roseo per lui e la madre, cosa che poi, miracolosamente, è avvenuta, quando sono riusciti a scappare negli Stati Uniti.
Quello che condivide nel suo libro secondo me è rivoluzionario… non ho finito di leggerlo che non vedo l’ora di dirvelo.
1) considerare il denaro come energia: visto che tutto è energia, anche il denaro è energia. Quindi così come lo trattiamo, di rimando, riceviamo. E questo ormai lo abbiamo capito no? Legge dell’attrazione… blablabla… dovrebbe esserci entrata in testa, no? Ok, ma con I soldi cosa consiglia? Di chiedere perdono, di come li tratti, di ringraziarli ogni volta che facciamo un pagamento, e anzi di dirgli di non preoccuparsi di lasciarci, che vadano verso chi più ne ha bisogno. E di tornare a noi con gioia e benedizione, per il nostro Massimo bene, cento o mille o più volte tanto.
2) denaro e generosità sono estremamente collegati. E qui torna ancora la legge dell’Attrazione. Se non diamo, come possiamo pretendere di ricevere? Ok, ci sta, non si hanno soldi per le bollette, come si fa a pretendere di essere generosi economicamente? Ma non esiste solo la generosità in termini economici! Si può essere generosi d’animo, generosi col tempo che si presta, generosi nel dare consigli, aiuto, ascolto… e ciò che diamo… ci torna.
Quindi, amici/amiche che avete problemi coi soldi:
se volete cambiare la vostra situazione economica, e siete disperati.. ecco forse la risposta alle vostre preghiere.
  • Domanda n.1: siete disposti a trattare I soldi, come un qualcosa di prezioso, caro, abbondante, verso il quale dovete scusarvi per come lo avete trattato? Siete pronti a benedirli ogni volta che li lasciate andare per il Massimo bene di chi incontrerà dopo di voi?
  • Domanda n. 2: siete disposti ad essere più generosi con la vostra famiglia, I vostri vicini, colleghi, amici, mariti e mogli? Ad essere più accoglienti quando chiedono un aiuto, quello che magari, fino ad ora, non siamo riusciti di fare/dare?
Ok, allora… cominciate a fare! E continuate! Ci vogliono minimo 3 settimane, dice Emmanuel… Non importa se non otterrete subito, l’Universo vedrà I cambiamenti e vi farà giungere ciò che è meglio per voi!
Possano queste righe arrivare dove c’è più bisogno, possano queste parole essere ascoltate e lette da colui/colei che è pronto/a a cambiare il proprio rapporto con l’energia dei soldi, per il suo Massimo bene.
Migliore ispirazione giungerà, e riporterò di piccoli esercizi che lui consiglia per meglio calibrare la propria energia con quella dei soldi, e della prosperità in generale.
Penso riporterò anche altri aiuti che avevo letto della Doreen.
Inoltre, ascoltate questi mantra, aiutano a incrementare la felicità ed a rimuovere I blocchi alla prosperità:
Buon lavoro e buona guarigione!
E che il meglio per noi tutti venga fatto!
Amen!

Sia fatta la Tua volontà, non la mia

svoltaParole solenni, quasi da chiesa, eh? Ma non spaventiamoci, anzi… sono proprio queste parole che, credo, mi abbiano consentito di dare la svolta.

Sono settimane che cerco di comprendere il perchè delle illusioni che sono stato oggetto costante del mio 2013. E soprattutto, di come poterle individuare e scartare quindi..

Ho passato l’anno a ripetermi che non volevo tornare a lavorare in ufficio, che anzi volevo la vita alternativa fatta di shiatsu e vendita di prodotti di benessere. Ci ho provato con tutta la mia volontà, facendo il mio meglio, almeno credo, ma a parte delle grandi illusioni che si presentavano, fino al mese scorso, non ho mai concluso niente. E la delusione è stata amara quanto una cicoria cotta (ci sta un sorriso, eh?!).

La svolta, vediamo come è arrivata, perchè infine la svolta è arrivata. Ce n’è voluto per capirlo, lavorarci, chiedere e fare che così avvenisse.

Primo, capire che stavo sbagliando. All’ennesima delusione, ho alzato bandiera bianca. Ed ho cominciato a pregare, e a svuotare il cuore e la mente, facendo tanti lavori di meditazione e col pendolo (lavoro che sto imparando con il corso di pulizia dell’aura che ho menzionato la settimana scorsa). Leggendo libri che avevo ma erano messi lì in un angolo. Rivelatori.

Quindi tanto lavoro mio interiore.

Poi, ho come lasciato cadere i miei desideri, le mie intenzioni e ho detto “Sia fatta la Tua volontà, non la mia”, rivolto a Dio, che sento ed è dentro di me, come in ognuno di noi, ed in ogni sorta di vita in questa meravigliosa Terra.

Cosa succede? Una vibrazione dal cuore, che divampa verso l’esterno.

Credo sia un mantra potentissimo. Così lasciamo spazio all’intervento Suo, senza interferenze del nostro Io Inferiore, della mente, senza cagate varie, scusate la volgarità.

E in questo pacchetto c’è sempre tanta Fiducia, tanto Amore, tanta Umiltà. E consapevolezza che tutto quello che sono e faccio, è grazie a Lui (o Lei, ma tanto il sesso non è importante, a mio avviso).

Sto imparando, voglio imparare con umiltà, e spero queste parole possano tornare di aiuto a chi può averne bisogno.

Il 2014 è alle porte, e si prospetta un grande nuovo anno.

Per ora, che Luce Amore e Potere ristabiliscano il Piano sulla Terra, e su tutti noi.

bello