Da oggi adoro I martedì!

Per chi lavora Monday to Friday (da lunedi al venerdi) il martedì è una giornata da super noia… lontano è il weekend passato ormai, lunga è la settimana davanti con tutti gli impegni e doveri che incombono….

Ma da quando ho scoperto delle Fiamme di Dio, ovvero energie che fluiscono in particolare in determinate giornate della settimana…. martedì mi piace un sacco!

fiamme

Ho scoperto di queste fiamme e flussi energetici nei libri di Telos, di cui avevo scritto già del primo volume. Adoro questi libri, I messaggi arrivano al cuore e forniscono utili strumenti per il risveglio delle coscienze. Ci stanno aiutando su più fronti, davvero… bello rendersene conto.

Ed ecco quindi che in questi libri ad ogni fiamma corrisponde una meditazione.. che porta ad un tempio dedicato, dove si può ricaricarsi e rilasciare le proprie scorie … insomma un gran bel dono!

Viene caldamente consigliato di praticare queste meditazioni, che durano 15min circa (me le sono registrate io, col cellulare ormai c’è la possibilità…), ogni giorno… percui ogni giorno, mi sveglio, mi stiracchio, do da mangiare ai gattoni, e poi mi accocolo sul divano e mi metto la meditazione corrispondente al giorno e alla fiamma che è più potente in quella particolare giornata. Ebbene, oggi, martedì, ha preso un altro colore, nonostante il buio, il vento, la pioggia. Mi sono ricaricata dell’Amore Divino! Che dono!

E domani? Mercoledì… vedo di guarirmi qualche piccolo acciacco, che c’è sempre, con la Fiamma della Guarigione, visitando il Sacro Tempio di Giada a Telos…. gente, è meraviglioso…. e si sa, visitando con il proprio corpo eterico, I benefici sono tangibili, anche se non materiali, if you know what I mean 😉

Quindi: se non avete ancora comprato il libro Telos, vi consiglio di leggerlo… è meraviglioso, loro sono meravigliosi, e ci sono tanti doni che aspettano di essere aperti, anche prima di Natale!

E se qualcuno volesse le meditazioni, mi contatti, che ve le mando via whatsapp… che si fa prima!

Buona giornata, con la Fiamma di Amore di Dio! ❤

 

 

Gli extraterrestri sono gli Angeli?

Allora, cominciamo a portare chiarezza. Noi tutti, voi che cercate spiegazioni continue ai numeri che continuate a vedere, che avete sentito che qualcosa c’è da cambiare, che qualcosa in questo mondo non va, in questo modo di vivere, insomma abbiamo intuito. Ora c’è da fare, ragazzi. Basta crogiolarsi, perdere tempo.

Nel precedente post avevo condiviso dei video di Pier Giorgio Caria, video molto lunghi, ne convengo, ma di contenuti elevatissimi. Se ce la fate, vi consiglio di farvi un oretta al giorno, piuttosto che la tv, un bel youtube, Caria, e via. E scardiniamo qualche limite mentale, che ce n’è bisogno…

Ma andiamo oltre. Caria condivide, se gli mandate un’email a info@piergiorgiocaria.it, un sacco di libri in pdf.

ashtarsherancomandanteEcco il diamoci da fare. Leggiamo e condividiamo. Informiamoci. I messaggi che ho letto nel primo libro sono datati 1959. Come sempre, siamo leeeeeeenti, bradipi inside :(. 60 anni fa ci scrivevano gli extraterrestri (che brutta parola, ora li chiamo Fratelli del Cielo, se me lo consentite) attraverso dei “contattisti”, o “medium” e cercavano in tutti I modi, disperatamente, di farsi sentire. Molte domande banali, tipo “perchè non contattano I potenti”, o “come faccio a fidarmi di quello che dice”, sono risposte nel libro (100 paginette, io l’ho letto in una giornata – merita). Parla Ashtar Sheran, comandante di una flotta spaziale che risponde alle domande del suo contattista e ci invita a divulgare I suoi messaggi di amore.

Riporta I messaggi di Caria che lui espone verbalmente in tutta Italia nelle sue conferenze, ma in modo diverso, un pò più dolcemente, perchè in effetti c’era un pò più tempo allora… Mò, l’intervallo è finito. Dentro in classe, a lavorare! Purtroppo non riesco ad allegare il file qui, ma se mi scrivete ve lo giro subito. Oppure, scrivete a Caria, e vi arriveranno I link.

pace.pngI messaggi sono di pace. Loro vogliono il nostro bene. Siamo noi che ce ne infischiamo. Qui, ragazzi, si sta andando allo sbando più totale, e non si tratta di disfattismo, ma di realtà. Basta aprire un giornale per rendersene conto, basta constatare come siamo combinati con I nostri stili di vita da film drammatico… Ma la chiamate vita quella che fate? Chiusi 9h al giorno a fare un lavoro che non vi piace? Aspettare il weekend per respirare un pò di libertà? Arrivare a fine mese senza la possibilità di pagarsi tutto quello che si desidera? I soldi e il sistema monetario, ne parliamo? Tutto finto, ma non ce ne rendiamo conto? Il cibo inquinato, l’aria inquinata dalle scie chimiche, l’acqua inquinata dalla plastica e scarichi industriali. Questo per restare nel nostro “fortunato” Occidente, senza poi andare troppo nei dettagli di chi ha la sfortuna di incarnarsi in una Siria, Libia, Iraq, Afganistan, Congo, Darfur, etc. etc.

Il Risveglio sta anche in questo, cari amici. Constatare che viviamo in una società malata. Non solo bei corsi, energie, angioletti, spiritualità ma rendersi conto che il conto alla rovescia sta terminando. Basta egoismo. Basta guardare solo il proprio orticello. Bisogna tirarsi su le maniche, e agire per il bene del prossimo!!

Il come, ognuno lo deve valutare da sè.

Sarà una sorpresa per alcuni, spero pochi, constatare che anche I Fratelli del Cielo seguono Gesù Cristo. Ashtar infatti dice “I nostri committenti sono Michele e Cristo”. Lui è il nostro Re!

Mi spiace se la Chiesa vi ha fatto storcere il naso, se vi hanno annoiato a morte con le loro omelie, se vi ha scandalizzato leggere dei preti pedofili, per non parlare dello sfacelo del medioevo con la “santa” inquisizione.. Hanno fatto il loro lavoro, ragazzi… quello di cercare di allontanare più persone, anime, possibili, da Gesù…. Rendiamoci conto… lui non voleva tutta sta roba, nei Vangeli, libri sacri ma non religiosi, si parla di come vivere in società, non di come fare il bravo fedele che va a messa, fa la confessione, fa I riti, fa…… NO!

Gesù ripete che ci dobbiamo amare, e che dobbiamo amare I nemici.. che dobbiamo porgere l’altra guancia se ci fanno un torto, che dobbiamo perdonare I torti subiti, pregare per chi ci perseguita, che siamo dei incarnati! Dei!

Avete letto qualcosa? I messaggi non sono facili da comprendere, ma sta tutto li. E ancora una volta vi esorto ad ascoltare Caria che invece ha appreso e insegna molte cose importantissime dei Vangeli, e in maniera molto semplice.

Che Dio ci Benedica… e grazie se potete ascoltare o leggere le parole dei nostri Fratelli del Cielo ❤

 

 

 

 

 

 

 

Pensare è Creare

Stamattina mi sono svegliata con grandi intenti: ora faccio una bella torta di mele così faccio contento lui (e il mio stomaco)!

La torta termina di cucinare nel forno, la tiro fuori per farla raffreddare, e via in meditazione.

Una mezz’oretta, cercando di svuotare questa mente che cerca sempre di sovrastarmi.

Quindi torno alla mia torta, con lo stomaco che burbugliava e non vedeva l’ora di addentare la dolce e soffice torta. Senonchè… non ha cucinato 😦 avevo passato lo stuzzicadenti solo al bordo della torta, e non al centro, e ora mi ritrovo con una torta scatafasiata al centro! E immangiabile… che sana ignoranza!

Bene. La storia della torta e del buttarsi giù, eccola qua! Mi sono demoralizzata tipo “non sono capace a fare nulla, neanche una torta di mele!”. Serio. Mi vedevo il mio compagno che mi prendeva in giro (come di solito fa), ed io che mi arrabbiavo (come di solito faccio).

Per fortuna durante la meditazione mi “è arrivata” l’indicazione di rileggermi le note io sonoche avevo sottolineato del libricino “Io Sono”.

Una di queste, tra le tante, mi ha dato la forza per tirarmi su, in stile grande stacco di reni! Dio dice (è Dio stesso che parla! gulp! siamo a cospetto del grande capo!):

“.. se queste cose ti toccano al punto da recarti dolore o disturbo della mente, ebbene, cessa di pensare che esse possano addolorarti o disturbarti (…) Tutte le cose influiscono su di te solo in quanto tu le pensi e dai loro il potere di turbarti o tediarti. Se tu smetti di pensare che abbiano questo potere, ti volgi dentro a me e mi permetti di dirigere il tuo pensiero, esse spariranno immediatamente dalla tua coscienza e si dissolveranno nel nulla, da cui tu, pensandole, le hai tratte.”

Non dico che è stato una cosa automatica, ma il pensiero di lui che mi prendeva in giro, magicamente non mi ha più interessato. Anzi, mi faccio un’allegra risata anche io, ora!

Ecco, spero che queste parole possano tornare d’aiuto anche a qualcun altro, così come mi hanno aiutato a me, a ritrovare il sorriso e la serenità.

Luce e serenità a tutti!