Settembre, le energie cambiano

Signore, che mese quello di agosto!

Solo io ho sentito un sospiro di sollievo il primo di settembre?

Leggo ogni giorno dei vari pianeti che si incrociano sopra I nostri cieli, cerco di comprendere cosa stiano confabulando, dove ci vogliono spingere … il più delle volte mi incasino, perchè leggi 10 persone diverse, e hai 10 visioni diverse di Saturno, Plutone, Luna, etc.

A sto giro mi pareva però fossero tutti concordi: le eclissi, soprattutto quella (a mio avviso orribile) di fine luglio, ci hanno buttato nella centrifuga emozionale, ci hanno spiattellato I nostri inconsci, le nostre spazzature.

Io penso di esserne uscita devastata. Non mi riconosco.

Giusto 2 mesi fa ero tutto un “trallalero-trallalà!”, la vita è magica, la vita la creo io …..

SBUMMMMM! Fermati e guarda bene! Guarda bene cos’hai dentro!????

Che marciume, ragazzi…. madre…. quanto…. e il bello è che non lo vedevo! Quante lacrime, quanta sofferenza….. ma quanta consapevolezza….. Cammino spirituale: e ti immagini tipo zen a meditare e a prenderti il meglio, l’amore, la gioia, la serenità. E invece… spala la tua schifezza, vivi il tuo dolore, ammetti che non sei ancora arrivata, anzi ce n’è e ce ne sarà chissà ancora quanto!

E come sempre quando sei nel buio non riesci a tirarti fuori, provi a meditare, nisba, respiri consapevoli, nada, invocazioni, preghiere, nulla riusciva ad aiutarmi. La sera poi era il panico, non riuscivo a dormire, troppo pesante quello che era uscito, troppe situazioni, persone coinvolte, non ci stavo dentro, zero assoluto.

L’unico modo che mi ha portato un minimo di serenità in tutto sto tsunami emotivamente marrone (che poesia, eh!), è stato di accettare quello che era uscito. Ok, sono sta roba. Lo accetto. Lo ammetto. Ed è stato subito pace… e mi addormentavo in poco.. ma che lotta! La mente ogni volta mi cercava di portare lì, sui miei passati inganni, distorsioni, illusioni che provocavano egoismi e manipolazioni varie. Sui miei innumerevoli passi falsi. Basta! li accetto! Ho sbagliato, che poi non è uno sbaglio, fa parte della mia storia, dovevo passare per quel tunnel, dovevo far male a quella persona, dovevo crearmi tutta sta storia. Ed ho cominciato a vedere che sì, in effetti ero sta roba. Ed ho riconosciuto anche quando la mente mi voleva fregare, e mi sono fatta fregare, le ho dato questo permesso.

Non cerco più di deresponsabilizzarmi, anzi cerco di starci dentro a sta roba. Alla codardia del non fare, la non-azione che ha portato devasti. Dio non vuole I tiepidi, ma vuole che avanziamo, costantemente, continuamente! Ed io mi sono accorta che durante I primi 8 mesi di questo anno, mi sono adagiata sul mio trespolo e ho aspettato… vaneggiando nel mio “star bene” fasullo. Ed ho imparato che questo star bene fasullo è il primo segnale d’allarme che mi indica che qualcosa di fondo non va!

Ripeto, fino a 4 giorni fa stavo ancora riprendendomi. La botta è stata per me epocale… questo agosto 2018 non me lo scorderò per tanto tempo ..  Ma tant’è, senza cadere, senza farsi male, non si impara e questo l’ho imparato già a 6 anni imparando ad andare da sola in bici.

Mano a mano che scongelavo la situazione, I messaggi erano gli stessi… affidati. Sì, ho riconosciuto che anche questo patume era una benedizione. Lo è, davvero. E difatti, ieri giro il calendario, e svelo il messaggio di settembre:

affidarsi

Ora con questo settembre si sta meglio. Però ci vado un attimino leggera.

Primo perchè la lezione l’ho imparata, e non mi va più di farmi / prendermi ste docce gelate.

Secondo perchè devo rielaborare un’enciclopedia di roba. E ci vuole tempo, ma non ho voglia di perdere più tempo, cavolo siamo a settembre, 4 mesi e siamo al 2019! Forza, forza, spala, spala…. lavora, accetta, ammetti, rilascia, vivi!

Sì, vivi….. più leggera, più consapevole. Avanti, Avanti tutta, se non mi ha spezzato questa volta, sarò più forte……

Giro di boa

Eccoci a luglio.

Ovunque leggi, si parla di un super mese. Le eclissi, la luna, I vari pianeti in moto retrogrado ci sosterranno a lasciare andare (per l’ennesima volta) di dosso il passato, I gropponi alla gola, I pesi enormi che non ci appartengono…

Evviva!

I primi 6 mesi di questo 2018, anno magico per molti, sono fluiti con una rapidità impressionante… gli insegnamenti, le opportunità di crescita, le gioie, così come I dolori (che sono poi opportunità di crescita, anch’essi) non sono mancati.

La mia visione, ormai, è sempre quella: NON PUO’ CHE MIGLIORARE!

Se, infatti, al mio compleanno, fino a qualche anno fa, mi lamentavo di invecchiare (come la stragrande maggioranza dei Peter Pan perenni che non vogliono crescere), ora sono felice per un nuovo anno raggiunto e mi ripeto: ED IL MEGLIO DEVE ANCORA ARRIVARE!

Non so cosa, non so dove, non so con chi, ma non mi interessa.

Comprendendo poi che I momenti bui servono, e portano luce anch’essi, anzi forse ancora più luce che I momenti felici, accetto tutto. A braccia aperte.

E via…

Recentemente una conferma sulla mia strada di vita: se fino all’anno scorso ho tentato il lavoro di operatore olistico praticando varie tecniche di massaggio apprese negli anni, e vivendo contemporaneamente con frustrazione estrema la chiusa, bloccata vita da ufficio, mi sono ricreduta. Un amico, infatti, che fino all’anno scorso lavorava come operatore Tuina (non una tecnica facile, anzi) che ha compreso che non poteva guarire gli altri se non prima guariva sè stesso da dentro. Cambio di vita, e lavoro “normale” trovato, con estrema facilità… quando le cose sono giuste per te… arrivano con un susseguirsi di casualità fantastiche! Altro che I film!

Un’altra amica che mi fa vedere il giudizio / non giudizio …. nascondendolo con “ma io non giudico”, dimentincandosi che poco prima aveva deriso una donna per aver deciso di mandare via il marito fedifrago.

Osservo tutto questo.

Con distacco.

Come anche I passi indietro di una persona a me cara… purtroppo non ci posso fare nulla, se ha scelto cose che apparentemente non le possono andare bene. Ma chi sono io per preoccuparmi? Nessuno, e poi io devo pensare al mio benessere, prima di tutto.

E difatti, eccomi pronta per un nuovo viaggio nel mio interiore più profondo, più nascosto. Pronta a portare fuori vecchi traumi che bloccano il mio sole interiore splendere 24h/24h e 365/365 e non solo in questa dimensione!!!!!!

 

Oroscopi e Tema Natale

tema nataleFin da adolescente ho guardato l’oroscopo nei giornali, ascoltato con attenzione il Paolo Fox della situazione.. a volte ci azzeccano, a volte rimango basita e dico, si vabbè.. tanto più che se leggi gli oroscopi degli altri segni, le cose dette potrebbero benissimo avere più senso per me che sono acquario che per un leone o un cancro!

Il tutto cambia quando mi sono fatta fare un bel tema natale… cos’è?

Il tema natale è nient’altro che la fotografia del cielo nel momento e nel luogo della nostra nascita (rispetto a quello); per tale ragione è necessario sapere orario al minuto, e luogo ovviamente di nascita.

Da questa fotografia esce non solo la posizione del SOLE, il che corrisponde al nostro segno astrologico, ma di tutti gli altri pianeti… Luna, Marte, Venere, Mercurio, Giove etc etc.

A tutti questi pianeti corrisponde uno specifico attributo. Luna, il nostro femminile, al contrario Marte il nostro maschile, ovvero il mio ideale di uomo (acquario! ahahha.. piccola parentesi auto-umorista). Ci sono poi anche le case, 12 anche queste (toh!) che aiutano la lettura nei diversi ambiti della nostra vita. Si hanno più pianeti da una parte c’è un significato, in alto, a destra, a sinistra, in basso.. tutto cambia… ma tutto torna. E’ poi interessante vedere se hai un altro segno che è preponderante rispetto al tuo Sole, quindi magari sei un Acquario ma hai tanti pianeti in Bilancia, percui le sue caratteristiche sono molto forti in te.

Non è lettura della mano, o dei tarocchi, ma sono i pianeti, quei cosi grossi là fuori, che parlano per noi.

Ora, io non sono per nulla esperta e lascio a chi di dovere il campo; volevo qui semplicemente condividere la mia esperienza con questi strumenti, in quanto li trovo molto utili per portare avanti un processo di autoguarigione profondo e significativo.

Mi sono fatta fare la lettura del tema natale 2 volte, a distanza di quasi 1 anno, da 2 persone diverse. Credo che ogni persona porti un contributo personale, per questo mi sono spinta a farmi fare 2 letture diverse.

In entrambi i casi, le persone mi hanno aiutato a portare luce su degli aspetti miei d’ombra che non ero ancora così tanto consapevole di avere, quindi ringrazio queste persone che sono arrivate al momento giusto per aiutarmi a scardinare vecchie concezioni, o meglio per aiutarmi a tirare via delle grosse fette di prosciutto che stavano sugli occhi da troppo tempo (36 anni, pochi no?).

Mi hanno aiutato a comprendere i miei punti di forza, ma soprattutto i miei lati deboli e come poter soppiantarli.

Insomma, tanto aiuto.

Ovvio, ci vuole una certa apertura mentale. Se siamo permalosetti, con i nervi a fior di pelle, forse non ci farà piacere sentirci dire che la nostra tanto amata mamma, non è stata questa grande figura femminile per noi. Oppure che abbiamo un forte potere manipolativo, e che dobbiamo saperlo usare non per i nostri benefici, ma per quelli della collettività!

Tante sorprese, soprattutto positive, se ci proponiamo di riceverne il meglio per noi.

E ora come ora, non riesco più a leggere con interesse un oroscopo dell’Acquario. Perchè nel mio cielo non c’è solo l’Acquario. Nel mio cielo, c’è Luna e tutti gli altri pianeti. C’è Saturno retrogrado. E idem Nettuno e Plutone, l’ultimo di là. Da qualche anno li sto seguendo i movimenti dei pianeti, mi sto tenendo aggiornata leggendo una tipa australiana fantastica (Elizabeth Peru) che dà una visione delle energie giornaliere facendo riferimento all’andamento dei pianeti … inoltre ogni mese non mi faccio trovare impreparata al movimento della Luna.

Consiglio quindi, se pare un qualcosa che vi solletica, di affidarvi al cielo e di incontrare la persona giusta che vi possa illuminare con la lettura dei pianeti… perchè difatti, in fin dei conti, si tratta di questo.

E poi, andare senza aspettative, ma con lo spirito di apertura, amore, verso se stessi, per potersi migliorare, per poter lasciare andare ancora di più qualche pezzetto della propria ombra e ottenere più luce, pace, più amore, serenità, e così condividerla con tutto, con tutti.

E voi, avete mai avuto esperienze di lettura del tema natale? Com’è andata?

Buona continuazione ❤

Luce e Amore,

Acquario2012