Luna Piena e Wesak

Buonissima Luna Piena e Wesak a tutti!

Spero l’abbiate passata in piena connessione con l’amore che i maestri ascesi, il Buddha, Cristo e centinaia di migliaia di anime terrene elevate hanno mandato alla Terra.

Cos’è il Wesak? Anni fa spiegavo questo

Ma veniamo ad oggi.

Le energie potenti che questo maggio ci propone (vedi post di qualche giorno fa) sono molto forti, e già si sono fatte sentire da qualche settimana.

Ricordiamoci inoltre che, se anche non dovessimo aver “celebrato” con una cerimonia vera e propria questa Luna potente, abbiamo fino a 3 giorni per far ciò.

E cosa dovremmo celebrare? Noi stessi e la vita migliore che verrà, concentrandoci sul momento presente con il massimo della positività che possiamo sentire nel cuore, la camera della nostra anima, dove possiamo sentire davvero parlare il nostro Sè Superiore.

Quando infatti siamo alla ricerca di risposte, poniamo sì una domanda a livello mentale, ma piuttosto che cercare la risposta sempre nella parte superiore del nostro corpo, concentriamo la nostra attenzione sul petto, dove l’anima vive.

Tutto parte da noi, non scordiamocelo, e parte da questo stesso momento, da questo respiro, da questo attimo, da coltivare con amore, con cura, con attenzione, perchè ce lo meritiamo.

Siamo qui su questa Terra perchè lo abbiamo deciso noi, e sapevamo fin dall’inizio che non sarebbe stata una passeggiata su una spiaggia caraibica. No, tutt’altro.

Ma siamo qui per evolvere, e velocemente anche, e ce ne stiamo accorgendo. 5 mesi fa è cominciato questo 2020, e subito in salita (chi si ricorda l’attacco americano in Iran?), poi continuato con questo Coronavirus che sta testando fortemente tutta la nostra vita, individuale e collettiva.

E, sì, il meglio deve ancora venire, perchè siamo in tanti ad esserci resi conto che non siamo solo corpo fisico e magliette firmate, ma piuttosto siamo amore, connessione, a livello globale ed universale.

Ed il nostro potere, divino, lo stiamo riscoprendo e mettendo in pratica, giorno dopo giorno, praticando la positività, e raccogliendo piccole piantine di amore che crescono nel nostro orticello.

E quindi celebriamo con gioia, servizio ed umiltà la nostra evoluzione, focalizzandoci sempre e costantemente sul buono che arriva, anche quando non dovesse apparire a prima vista.

La magia, l’alchimia, si sta compiendo or ora… gioiamo quindi in ogni singolo istante, facciamo scorta di questa potente energia che sta arrivando sulla Terra.

blood moon

Photo by GEORGE DESIPRIS on Pexels.com

Life is a rollercoaster?

rollercoasterCome sta andando la settimana? Come un rollercoaster, come un’altalena… up and down.. lunedì drama, negatività pesante, la mattina lui mi aggredisce per avergli perso una cosa nelle pulizie, dopo 1min si accorge di trovarlo.. Resto tutto il giorno in un senso di apatia e quasi sconfitta che neanche le preghiere e le meditazioni quasi riescono ad alleviare.. Ieri è andata meglio, più attiva, ma sempre con questa altalenanza continua.. Che stufida! Oggi non è cominciata bene, ma è girata meglio, è stata produttiva e mi sento di aver fatto abbastanza, tant’è che sono stanca e ubriaca di computer, una cosa che non mi capitava da tempo!

Ho tempo per pensare, anche troppo. Tanti pensieri, tutti differenti.

Leggo 2 o 3 righe di libri che insegnano o provano a farlo.

Dicono di aver pazienza, di non correre, di rimanere fiduciosi NO MATTER WHAT, non interessa cosa succede o cosa NON succede. Questa mattina però sono stata io a sbottare contro lui, uff… Un’altra giornata a casa, senza macchina per giunta, e che caspita! E lui giustamente: vuoi tornare a lavorare in ufficio? Allora non lamentarti.. POINT TAKEN..

L’altro pensiero, che mi gira da un pò, riguarda l’Italia e la sua disastrosa situazione che ci sbattono in faccia giornali, radio e tv. Pil, Istat, Debito, Spread che palle… Ho tanti amici all’estero, alcuni pur di non tornare in Italia sono andati a vivere a Lugano che è praticamente l’Italia fighetta dietro l’angolo. La schifano la nostra povera Italia, CI schifano, i politici dicono, il sistema, povera Italia, poveri voi ma come fate io non riuscirei mai a viverci a starci più di una vacanza. E non posso non pensare alla potenza del pensiero. IL PENSIERO CREATIVO. Il pensiero che crea. Possibile che tutta questa negatività possa contribuire a lasciare il paese nella melmaglia? Se credi nel pensiero creativo, non puoi non credere a questo. Un altro punto di riflessione: quando c’era B. (non lo nomino nemmeno) non c’era crisi, si diceva i ristoranti sono pieni, la gente spende per la cosmesi e la bellezza X milioni all’anno.. Insomma si voleva sottolineare i punti positivi. Ora mi chiedo: bastava questa positività, anche se mascherata di ipocrisia a far andare diversamente?

Le iene ridens…. smetteranno di ridere

Image

E’ successo un fatto che mi ha fatto riflettere. In primis, però mi ha fatto male, tanto.
E’ successo che una persona, sia stata trattata male da altre persone dello stesso gruppo, di cui facevo parte. Questa persona è stata allontanata, mandata via dal gruppo e, non contenti di averla allontanata, le altre persone hanno subito cominciato a parlare male e quasi inveire sull’operato, innocente a mio umile avviso, della persona.
A me questo comportamento, che si è perpetrato nuovamente oggi dopo che il weekend è passato, ha ricordato tanto quello che fanno le iene ridens. Avete presente, magari da qualche cartone animato, le iene ridens che, viscide, ridono delle malefatte di qualcuno? E magari quelle malefatte sono appunto causate dalle stesse iene… Ecco io ci vedo molto in questo comportamento di questa gente… E sinceramente non mi capacito di tanta cattiveria, tutta assieme, di tanta gente… contro una persona indifesa e ingenua. Ecco proprio non la capisco. Perchè?

Io leggo di amore, compassione, rispetto… e poi vedo che è più facile e comune l’opposto… Forse queste persone dovrebbero leggere anche loro qualcosa di migliore, e soprattutto aprire i loro cuori, visto che i loro saranno freddi e rinsecchiti come dei ramoscelli morti.
Bah.. Che posso imparare da questa lezione? A parte la scontata … non ti fidare di nessuno, secondo me è possibile che le persone abbiano ancora paura ad aprire i loro cuori ed essere vulnerabili, compassionevoli con gli altri. Il vecchio sistema del “duri e vincitori” cadrà, stiamo cambiando, lentamente ma progressivamente. Queste persone pertanto, si pentiranno di avere riso come delle iene sulle sventure procurate a questa persona.. E impareranno che è molto meglio amare e avere compassione.

Il Dalai Lama infatti dice…